logo


Quasi 8 milioni di italiani sono esposti a furto d’identità.  Il 60% degli europei che frequenta le reti sociali e utilizza Internet, per comprare e vendere online,  rivela i propri dati personali sui siti cui accede. Di questi quasi il 90% rilascia informazioni biografiche, il 50% informazioni sociali e il 10% informazioni sensibili. Ma il 70% di questi dichiara di essere preoccupato di come le imprese usano questi dati e ritiene di avere solo un controllo parziale, se non nullo, su queste informazioni. Se guardiamo alla popolazione giovanile mondiale addirittura il 30% che ha accesso a Internet condivide online informazioni private ignorando le informative sulla privacy e molto spesso utilizza connessioni non sicure.

“L’utente deve decidere quale immagine vuole proiettare nel mondo – ha dichiarato Derrick de Kerckhove, massmedioalogo e direttore scientifico della rivista Media Duemila – deve avere accesso ai dati raccolti su di lui oltre ad avere il diritto di decidere se essere incluso in una statistica di acquisti. E’ necessaria una costituzione globale che protegga i diritti del cittadino, la sua privacy e garantisca il potere di gestire la propria persona digitale. Esiste non solo un diritto – continua de Kerchove –  ma anche un dovere di sapere. Bisogna insegnare fin dalla scuola come gestire il proprio profilo digitale e come imparare a difendersi dal controllo per non mettersi addosso una camicia di forza elettronica. Un programma di educazione che dovrebbe rientrare nell’Agenda Digitale”

Giunto alla sua quarta edizione il Premio “Giovanni Giovannini. Nostalgia di Futuro” quest’anno discuterà di Privacy, trasparenza e regole nell’era dei Social Media con il Garante della Privacy Antonello Soro e il direttore dell’Agenzia Digitale Agostino Ragosa, oltre a Derrick De Kerchove e molti altri esperti e studiosi.
Durante l’incontro verrà annunciata la già avviata collaborazione tra Media Duemila e il CNR per una prospettiva critica culturale e di ricerca anche sui temi della tecnologia e dei media.

Quest’anno il premio ha ricevuto l’adesione del presidente della Repubblica, un riconoscimento ancor più prestigioso. La targa che testimonia il nuovo status verrà assegnata ad una Azienda che si è distinta per l’innovativo supporto all’insegnamento ed alla promozione della conoscenza fra i giovani.
L’autorevole giuria, inoltre, premierà l’Azienda che si è maggiormente distinta per l’innovazione tecnologica nell’ambito dei social media e, per la sezione dedicata ai giovani, verranno premiate le due migliori tesi di laurea sull’innovazione nei Media.
Oltre a riconoscimenti e targhe, i due premiati della sezione giovani usufruiranno di un periodo di stage presso l’Accademia dei Lincei e il Garante della Privacy
Durante la manifestazione vi sarà uno spazio dedicato all’arte digitale con il musicista David Monacchi, specialista di suoni della natura ripresi e riproposti con tecniche innovative.
Durante l’incontro verrà presentato lo studio di Alberto Marangio dell’Università di Giurisprudenza di Salerno su “Social network e tutela della persona”, una prospettiva sui diritti della personalità nella società dell’informazione e della comunicazione

Con il Premio “Nostalgia di Futuro”, promosso da Osservatorio TuttiMedia e dall’associazione Amici di Media Duemila la rivista Media Duemila, diretta da Maria Pia Rossignaud, celebra il suo fondatore Giovanni Giovannini, scomparso nel 2008, già presidente dell’Ansa, della Fieg e de La Stampa. Protagonista assoluto dell’editoria italiana è stato insignito, nel 2004, del Premio di giornalismo Saint Vincent alla carriera.
Interverranno: Gianni Letta, Arrigo Levi, Francesco Passerini Glazel, Giulio Anselmi, Gian Paolo Balboni, Alessandro Luciano, Luigi Nicolais, Gina Nieri, Antonio Preto, Giovanni Puoti, Agostino Ragosa, Luigi Rocchi, Franco Siddi, Antonello Soro, Luisa Todini. Premiazioni e conclusioni: Derrick de Kerckhove, Elio Matassi.

Shortlink http://q.gs/EoYWu