Gemello Digitale l’altro me, il tema scelto per l’edizione di Nostalgia di Futuro 2019  ci ha portato al Senato della Repubblica dove abbiamo discusso di etica, algoritmo, dati e nuova umanità.  Il Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati ha sottolineato il ruolo importante dell’associazione TuttiMedia e della nostra rivista Media Duemila “per la capacità di anticipare la trattazione e l’approfondimento di temi di particolare rilievo”. L’apprezzamento della seconda carica del nostro Stato è,  non solo, un riconoscimento  ma un invito a continuare ad analizzare i processi di innovazione e le nuove tecnologie con uno sguardo “sempre aperto, attento e critico” parole del Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati che ha anche precisato: “Se l’Intelligenza Artificiale può portare benefici all’intera società e all’economia, le sue applicazioni pratiche stanno sollevando e solleveranno sempre più in futuro problematiche giuridiche ed etiche”.

“Questioni che non possono essere affrontate in un ambito esclusivamente nazionale, con riguardo solo al rafforzamento del quadro normativo interno. Presuppongono invece una visione più ampia, di ordine sovranazionale, che si caratterizzi per un approccio alla materia, tale da rafforzare la fiducia dei cittadini nello sviluppo digitale”.

Il futuro  infatti secondo la visione del presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati potrà essere sostenibile e potrà godere della fiducia dei cittadini solo se saprà essere “antropocentrico”. E’ l’uomo che deve controllare i sistemi di Intelligenza Artificiale affinché questi ultimi non ne riducano o limitino l’autonomia. Per questo abbiamo bisogno di “etica per l’algoritmo” e più precisamente di Algoritmetica come ha sostenuto anche in questo contesto  Derrick de Kerckhove, direttore scientifico di TuttiMedia e Media Duemila.

L’Intervento Integrale del Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati si può leggere  sul sito del Senato della Repubblica.
(http://www.senato.it/4519?atto_presidente=1601).

Il punto è che una nuova etica va condivisa e si può arrivare ad un equilibro sostenibile solo discutendo con tutte le parti in causa come ha dimostrato la nostra tavola rotonda dell’11esima edizione di Nostalgia di Futuro ospitata nella Sala Zuccari con un tavolo al quale sedevano i protagonisti del mondo dell’informazione vecchi e nuovi.

L’Osservatorio TuttiMedia dalla sua nascita unisce allo stesso tavolo aziende anche in competizione per ragionare su sviluppi tecnologici che come ha ben detto il Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati  deve avere l’uomo al centro.

Questa edizione di Nostalgia di Futuro è stata eccezionalmente ricca anche e soprattutto per la lectio di Gianni Letta, presidente Onorario di TuttiMedia: “E’ vero che bisogna guardare avanti per governare il futuro ma bisogna farlo senza nostalgia  del passato. Ma è pur vero che per guardare lontano non bisogna solo guardare avanti perché il nostro passato è altrettanto importante”.

“Non a caso la prima divinità romana Giano Bifronte che sovraintendeva ai passaggi d’epoca guardava davanti e dietro. Oggi viviamo fra un passato analogico ed un futuro digitale: siamo in transizione. Giovannini ci ha insegnato a guadare davanti con l’esperienza e i valori che venivano dal passato, ha saputo coniugare innovazione e tradizione al fine di  governare le nuove tecnologie con i valori antichi. Primo in Italia a intuire quando, ancora se ne parlava poco, che si muoveva qualcosa che avrebbe rivoluzionato il mondo della comunicazione. E che bisognava riflettere per non essere colti di sorpresa…”

Articolo precedentePremio Nostalgia di Futuro 2019 – 25 settembre Roma
Articolo successivoCervi (Mediaset): “Bisogna reinventare la Tv al tempo del Gemello Digitale”
Laureata in lingue e letterature straniere, specializzata in giornalismo e comunicazione di massa alla LUISS, è giornalista professionista dal 1992. Ha lavorato presso le redazioni de Il Mattino e il Roma. Ha insegnato Editoria Elettronica presso la Scuola superiore di giornalismo della LUISS, è stata titolare della cattedra di “Economia e Gestione delle Imprese Giornalistiche” e di “Giornalismo e divulgazione scientifica” nella facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università “La Sapienza” di Roma, è stata anche componente del Consiglio Direttivo dell’UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici) e membro del comitato editoriale del CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione). Vanta diverse pubblicazioni. È direttore della rivista di cultura digitale “Media Duemila” e vicepresidente dell’Osservatorio TuttiMedia. Membro del comitato direttivo degli Stati Generali dell'Innovazione. Da gennaio 2015 è Digital Champion del comune di Vico Equense.