Nel proseguire il percorso, avviato nel 2010, di promozione, didattica e ricerca sul tema dell’”Intelligence Economica”, il CeSIntES – Centro di Studi e Ricerche interdisciplinare del Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa “Mario Lucertini” dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che svolge attività di ricerca e formazione di eccellenza sui temi dell’Intelligence Economica e Security Management – ha organizzato per l’intera giornata di Venerdì 11 giugno 2021 la nuova edizione degli “Stati Generali dell’Intelligence Economica e del Security management”, in modalità webinar, sul tema della “uscita dal tunnel”, con la media partnership dell’agenzia di stampa DIRE. Il tunnel è evidentemente quello della pandemia, che impone ad Aziende e Sistema-Paese di essere resilienti da un punto di vista sia sanitario sia economico. Resilienza non come ripristino di situazioni precedenti alla pandemia, ma come “disruption” per ripartire con quanto di buono esisteva, azzerare quel che non funzionava, e concentrare risorse, know how e capacità di innovazione, per una riprogettazione della società e dei suoi equilibri, soprattutto economici ed occupazionali.

Gli Stati Generali dell’11 giugno coinvolgeranno esperti e rappresentanti di Istituzioni ed Aziende per apportare alla discussione conoscenza e competenze che spazino dagli aspetti relativi alla convivenza in sicurezza durante la prossima fase della pandemia, fino alle risposte che il sistema deve dare in termini di sicurezza economica e di competitività economica delle proprie aziende. Tra i relatori ad ora confermati: Bernardo Argiolas (PCM, Coordinatore Servizio attività propedeutiche all’esercizio dei poteri speciali); Isabella Corradini (CeSIntES, Centro Ricerche Themis Presidente e Direttore Scientifico); Luisa Franchina (CeSIntES, Partner Hermes Bay); Barbara Martini (Tor Vergata, Professore Aggregato di Ingegneria); Francesco Ceccarelli (ENEL, Head Security governance and Business intelligence); Angelo Spena (CeSIntES, Professore Ordinario Ingegneria Tor Vergata); Nicola Bonaccini (CeSIntES, Esperto di comunicazione integrata); Gianluca Ansalone (Novartis Italia, Head of Public Affairs); Massimo Marrocco (CeSIntES – AIPROS, Presidente); Giuseppe Accardi (CeSIntES – COOPSERVICE, Direttore Area Centro Italia); Pierluigi Pelargonio (CeSIntES – SKY, Responsabile Security); Fabrizio Di Staso (ATAC, Responsabile Security); Massimo Giannini (CeSIntES, Coordinatore); Francesco Farina (CeSIntES, Direttore).

L’edizione 2021 degli Stati Generali dell’intelligence economica e del security management sarà dedicata al ricordo di Bruno Pellero, che tanto entusiasmo e tanti contenuti ha messo nella realizzazione delle precedenti edizioni ed in generale nelle iniziative del CeSIntES.

La partecipazione al Convegno è gratuita previa richiesta, entro il 9 Giugno 2021, al link:  https://forms.gle/w7zAtxb1Mb1FyJ7g7

 ____________________

L’intelligence economica si è universalmente affermata come attività al servizio delle decisioni strategiche, attraverso concetti, strumenti, metodologie, conoscenze e competenze sviluppate in diversi contesti, commerciali, istituzionali, accademici, operativi, scientifici e industriali. Come concetto, è strettamente correlato allo sviluppo e alla tutela della ricchezza di una nazione, espressione tanto delle risorse naturali di cui questa dispone, quanto dei suoi investimenti, dei suoi equilibri economici e finanziari, dell’attività di ricerca ed innovazione, della proprietà intellettuale, scientifica, artistica ed industriale.Si fonda sulla ricerca analisi ed elaborazione dell’”informazione” economico finanziaria finalizzata alle decisioni strategiche, individuali delle aziende (intelligence economica aziendale) e collettive di enti agenzie e amministrazioni pubbliche (intelligence economica istituzionale). Si esplicita attraverso un processo strategico che include ricerca, raccolta, sistematizzazione e analisi di dati ed informazioni, e si conclude con la decisione strategica finale. Il Security Management si occupa di gestire la Security ovvero la Sicurezza aziendale, il che significa presidiare e tutelare il patrimonio dell’azienda, tangibile ed intangibile, fatto di proprietà, persone, know how, informazioni, dati, conoscenze, processi e sistemi. Tutela del patrimonio significa presidiare a 360 gradi i rischi e le minacce che incombono sull’attività operativa dell’azienda e sul contesto in cui questa opera e che la circonda. Presidiare i rischi implica conoscere le proprie vulnerabilità, anticipare accadimenti, ridurre la probabilità di eventi dannosi, limitarne l’impatto, garantire continuità operativa e resilienza. Ciò significa tutela dell’azienda per responsabilità oggettiva e soggettiva, compliance di norme volontarie e cogenti, tutela da qualsivoglia azione che possa comportare un danno con impatto economico sulla stessa. Il Manager della Security, a prescindere da complessità o dimensione aziendale, è la persona che ha il compito di governare una funzione così complessa e aleatoria, con formazione e aggiornamento continui, competenza, attitudine al risk management, conoscenza del business e delle policy aziendali, visione e percezione integrata con operatività trasversale nei processi.

#CesintesStatiGenerali2021