Nei prossimi giorni inizia il Countdown per Expo Dubai, mancano, infatti, solo 100 giorni alla manifestazione internazionale più importante dell’anno.

Nei prossimi giorni inizia il Countdown per Expo Dubai, mancano, infatti, solo 100 giorni alla manifestazione internazionale più importante dell’anno. La dottoressa Filomena Tucci, opinion leader italiana, è stata invitata in anteprima a Expo Dubai con altri player e advisor per dare consigli a chi vuole partecipare alla mostra dell’anno in cui la sostenibilità sarà protagonista.

Filomena Tucci che  a Dubai ha avuto modo di incontrare le più alte autorità della classe dirigente Emiratina grazie ai prestigiosi partner di Ingreen e di visitare le ZES e i distretti produttivi, le fondazioni di ricerca e le principali Fiere B2B B2C apre i lavori internazionali del Festival Dell’Energia e Dell’Acqua  (in programma online) diretto dall’Ingegnere Nicola De Nardi, tra i prestigiosi partner L’Università di Calabria, l’Ordine degli Ingegneri di Cosenza, il Patto dei Sindaci, la Regione, l’Associazione Energia Calabria e la Fondazione Mediterranea per Ingegneria.

“Ringrazio anzitutto  il Direttore del Festival ing. Nicola De Nardi per aver coinvolto Ingreen, da sempre in prima fila per la sostenibilità ambientale, la riduzione dell’ inquinamento dell’aria acustico e elettromagnetico –  sottolinea Milly Tucci – e  i soci tutti  per aver sempre sostenuto le scelte più innovative.  Nel 2015 parlavamo all’Italia di smart city e ci guardavamo come marziani… sorrido pensando agli sguardi sospettosi dei giornalisti che ci sentivano parlare di digitalizzazione e lavoro da remoto per ridurre l’ inquinamento. Oggi è tutta attualità accelerata  dal Covid ed anche fonte di nuova occupazione! Grazie a programmi come il collegato casa scuola/lavoro di Smart mobility Del Ministero dell’Ambiente, i comuni italiani promuovono buone pratiche di bike to school, car sharing, bike sharing proprio per ridurre l’ inquinamento ambientale”.

Il  CEO  Ingreen Ing. Fabio Maria Fonte  esperto di valutazione ambientale e educazione  ha fortemente creduto alla apertura di una nuova linea di servizi che riguardano la  comunicazione e  l’internazionalizzazione ecco perché Milly Tucci ha avuto la possibilità di essere fra i primi italiani a visitare l’Expo di Dubai.  “Nelle prossime settimane  Ingreen sarà impegnata a sostenere la presenza delle imprese Green  a Dubai – conclude Milly Tucci –  con particolare attenzione a quelle dedicate all’economia circolare che è protagonista anche nei processi industriali tradizionali come la catena del food e della moda, le nostre eccellenze. Il padiglione terra  dell’expo è completamente dedicato alla sostenibilità ambientale ed ha l’ambizione di  togliere la plastica dai nostri i mari.  Mi dedico da tempo ai  rapporti internazionali  ma non dimentico mai  di essere calabrese”.

 Milly Tucci per gli amici ama profondamente la sua terra e i  conterranei. Il suo  legame con il territorio dove è cresciuta e vive l’ha indotta ad un’azione glocal: Expo Dubai da un lato e  Festival dell’Energia e dell’Acqua dall’altro. Locale globale, il DNA della nostra opinion  leader sempre più autorevole e seguita.

Articolo precedenteBrainForum itinerante dedicato a Rita Levi-Montalcini da ottobre 2021 a maggio 2022
Articolo successivoFieg: edicole luogo di incontro tra lettori e giornali e tra cittadini e comunità
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media, e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. Fa parte del gruppo di esperti CNU Agcom. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovannini storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono allo stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. La sua ultima pubblicazione: Oltre Orwell il gemello digitale anima la discussione culturale sul doppio digitale che dalla macchina passa all'uomo. Già responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. Per Ars Electronica (uno dei premi più prestigiosi nel campo dell'arte digitale) ha scritto nel catalogo "POSTCITY". Già docente universitaria alla Sapienza e alla LUISS.