Si è svolta a Bruxelles la 16a edizione della Conferenza spaziale europea organizzata dalla presidenza belga del Consiglio dell’Unione europea. Il commissario Thierry Breton ha tenuto un discorso di apertura.  Tutti i discorsi saranno disponibili su EbS. Nel corso della conferenza la Commissione ha annunciato diversi passi fondamentali in programma nel 2024 per mantenere l’Europa all’avanguardia nell’innovazione spaziale.

Al fine di garantire un accesso autonomo allo spazio, nel quadro dell’iniziativa “Flight Ticket“, la Commissione e l’Agenzia spaziale europea (ESA) stanno dando vita a un pool di cinque fornitori di servizi di lancio, tra cui quattro nuovi operatori commerciali. Ciò rafforzerà la concorrenza a lungo termine nel mercato dei fornitori di servizi di lancio. I prestatori selezionati saranno in grado di concorrere per ordini di lavoro specifici fino a un massimo di 5 milioni di € per le esigenze individuate riguardo ai servizi di lancio.

La Commissione rafforzerà inoltre il suo sostegno al ”New Space” e all’imprenditorialità spaziale in Europa. Domani, insieme alla Banca europea per gli investimenti e all’ESA, la Commissione firmerà un nuovo accordo di collaborazione per sbloccare l’accesso al finanziamento mediante debito e il sostegno alla consulenza per le imprese spaziali europee. L’obiettivo è migliorare l’accesso ai finanziamenti, promuovere l’innovazione, agevolare la condivisione delle conoscenze e favorire lo sviluppo di tecnologie spaziali avanzate.

Quello spaziale è ormai riconosciuto come un settore strategico dotato di una chiara rilevanza geopolitica. Nel suo discorso, l’AR/VP Borrell ha sottolineato il profondo cambiamento di paradigma quanto al modo in cui vediamo lo spazio in relazione alla sicurezza e alla difesa. La strategia spaziale dell’UE per la sicurezza e la difesa, presentata nel marzo 2023, rispecchia tale radicale cambiamento di paradigma.

La conferenza di quest’anno si è concentrata sul tema “Fuelling the European Space Ambition, Empowering a Vision” (Nutrire l’ambizione spaziale europea, realizzare una visione). La Conferenza ha fatto il punto sull’attuale panorama spaziale in Europa e ha fornito un contesto per le discussioni sul futuro delle ambizioni e delle iniziative spaziali europee.

Articolo precedenteVisioni internazionali
Articolo successivoAbracadabra. Il potere curativo delle parole tra mito, tradizioni e neuroscienze
Ha conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della Tuscia e si è specializzata in Editoria e Giornalismo presso l'Università LUMSA di Roma. Attualmente lavora per TuttiMedia/Media Duemila.