Si è svolta, al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la presentazione del progetto Google Arts & Culture, disponibile in lingua italiana ed inglese.

La pagina del Quirinale sulla piattaforma di Google Arts & Culture offre l’opportunità di entrare nel palazzo, esplorare le sue sale, approfondire la sua storia nei secoli, conoscere i tesori che custodisce, avvicinarsi alle opere d’arte più delicate, scoprire antichi manufatti e percorrere gli itinerari archeologici e naturalistici della Tenuta di Castelporziano. Grazie agli strumenti offerti dalla tecnologia i luoghi della Presidenza della Repubblica si aprono ancora di più ai visitatori.

Nel corso della presentazione, dopo la proiezione di un video illustrativo dell’iniziativa, sono intervenuti Giovanni Grasso, Consigliere per la stampa e la comunicazione del Presidente della Repubblica, Giorgia Abeltino, Senior director Government affairs and public policy south EU di Google, e Luisella Mazza, Head of global operations di Google Arts & Culture.

Enrico Bellini, Public Policy Manager at Google, ha commentato il progetto così: “In questi oltre 9 anni a Google ho avuto la possibilità di concentrarmi su tanti progetti importanti e che mi hanno emozionato. Nessuno di questi, però, mi ha mai dato così orgoglio, in primis da italiano, come quello che trovate cliccando g.co/quirinale
È stato per me un onore aver potuto lavorare fianco a fianco con le donne e gli uomini della Presidenza della Repubblica per dare accesso a tutto il mondo alla bellezza del Quirinale e del patrimonio artistico culturale della Presidenza grazie al digitale, a Google Arts & Culture e YouTube attraverso oltre 100 Km di digitalizzazione con Street View, oltre 1000 opere d’arte riprese in alta definizione, 60 storie online e molto altro per raccontare luoghi pieni di dettagli, storie e curiosità.
Il 19 dicembre dell’anno scorso, il Presidente  Mattarella diceva che in un periodo drammatico come quello che stavamo vivendo allora, e che in parte stiamo ancora vivendo oggi, era “importante proseguire nella valorizzazione dei talenti e delle eccellenze nazionali, sostenendo l’immagine del migliore estro italiano e rafforzando la consapevolezza del valore della nostra storia, nella quale passato e presente convivono senza flessioni e innervano il senso condiviso della nostra identità”.
Con il progetto g.co/quirinale abbiamo proseguito in quel solco per raccontare a tutti, soprattutto alle giovani generazioni, quella che secondo il Presidente per la sua importanza nella vita politica ma anche per il suo incomparabile patrimonio artistico e culturale, che ben rappresenta il genio e la creatività degli italiani (…) costituisce a pieno titolo la Casa degli italiani”.
Giorgia Abeltino (Senior Director Public Policy South Europe and Director External Relations Google Arts & Culture) ha commentato così: “Felice, orgogliosa ed emozionata di avere presentato al nostro Presidente un progetto magnífico che rende il Palazzo del Quirinale accessibile a tutti grazie al digitale g.co/quirinale
Per saperne di più: https://bit.ly/3IYfhfk