L’Università partenopea lancia il portale di web learning Federica dedicato ai propri Mooc (Massive Open online corses).
I Mooc sono nati nel 2011 negli Usa e hanno fatto di Internet una sorta di gigantesca università popolare gratuita.
Dal 21 aprile sono partiti 14 corsi che vanno dalla «Sondocrazia» di Nando Pagnoncelli al «Laboratorio di Restauro» di Renata Picone.
Successivamente partiranno altri corsi per un totale di 600 lezioni online, 10mila slide, 1800 video e soprattutto infinite possibilità di esplorare gli argomenti che più interessano dalla Robotica ai segreti del Jobs Act.
La differenza tra Mooc e un’università telematica consiste nella varietà e la possibilità di seguire i corsi da utenti di tutte le età, da tutta Italia e di ogni professione. Il formato di Federica ha un’interfaccia semplice e intuitiva. La registrazione è facile e, soprattutto, gratuita. I corsi avranno un calendario stabilito e la durata da 6 a 8 settimane con due lezioni a settimana. Il contatto con la propria classe virtuale potrà essere costante. I contenuti sono diversissimi tra loro e tutti corredati di video, di testi interattivi e didattici (anche grazie alla collaborazione con la casa editrice Il Mulino) e alcune risorse imperdibili su iTunes.
I corsi saranno fruibili in ogni momento della giornata, a seconda dei propri impegni, grazie a pochissimi click sulla piattaforma Federica.

Donatella Puccini