“Sostanziale stabilità nella lettura della stampa di qualità nel 2019: in Italia 3 persone su 4
scelgono ogni mese un contenuto professionale e certificato su carta o digitale replica”, osserva il Presidente Ernesto Mauri in merito ai dati Audipress 2019/III, approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione. Si tratta di un pubblico di quasi 40 milioni di individui, un pubblico che conosce la frammentazione e il policentrismo dell’informazione ma che conferma anche – con le proprie dimensioni e con l’estensione capillare sul territorio nazionale – il bisogno diffuso di strumenti verificati e attendibili.

Secondo i nuovi dati Audipress 2019/III, ogni giorno il 30% circa degli italiani (15.759.000 lettori) sceglie almeno uno dei principali quotidiani per accedere all’informazione, generando un volume che supera i 23,7 milioni di letture al giorno. Ogni settimana sono quasi 22 milioni le letture delle più importanti testate settimanali (per 12.862.000 lettori), mentre ogni mese quasi 20 milioni di letture soddisfano la pluralità di interessi di 11.686.000 lettori delle maggiori testate mensili italiane.

Dai macro dati di scenario fino ai livelli più analitici di dettaglio, l’indagine single source
Audipress monitora in maniera continuativa le abitudini di lettura e la fruizione delle più
importanti testate italiane, permettendo di cogliere le caratteristiche proprie di ciascun
segmento editoriale e dei vari target di popolazione.

I dati Audipress 2019/III sono il risultato dell’indagine ufficiale per la lettura della stampa
quotidiana e periodica in Italia, condotta su un campione rappresentativo della popolazione
italiana di 14 anni e oltre. Per questa edizione sono state eseguite 38.974 interviste, condotte con il sistema CAPI Doppio Schermo, lungo un calendario di rilevazione di 38 settimane complessive, dal 14 gennaio 2019 all’8 dicembre 2019.
Gli Istituti esecutori del field sono Doxa ed Ipsos; il disegno del campione e l’elaborazione dei dati sono stati effettuati da Doxa; i controlli sono a cura di Reply. Ulteriori elaborazioni da nastro di pianificazione sono effettuate da Media Consultants, Memis, MediaSoft e Nielsen.

Per ulteriori dettagli metodologici si rimanda al sito www.audipress.it.