Siamo nel 2010. Ci sono, ci siamo con Media Duemila che compie 28 anni. Grazie a tutti: lettori,  sostenitori, e  amici. Solo 6 i giorni di questo primo decennio del “terzo millennio” e le novità già ci sommergono,  un nuovo telefonino marcato google che ovviamente non poteva mancare, come le polemiche sul nucleare, come i gadget elettronici già in mostra a Las Vegas. Una per tutte il body scanner, un altro prezzo pagato in nome della sicurezza.

La novità è che questo primo pensiero 2010 con Derrick abbiamo deciso di dedicarlo non alle tecnologie ma al nostro “Nato Digitale” preferito: mio nipote Riccardo. Ha vinto  per la sezione under 10 il Lemon Ball di Roma, torneo internazionale dedicato al tennis. Riccardo Perin, furbetto digitale che a 8 anni già si iscrive su facebook con dati fasulli (naturale sostiene!), ama ogni tipo di tecnologia ma eccelle nello sport. Derrick ricorda che è l’uomo al centro di qualsiasi cambiamento e Riccardo dimostra come passione, modernità e tradizione possano convivere “pertinentemente”: “Nonostante la sua passione per ogni tipo di gadget elettronico Riccardo lo sport non lo pratica solo via schermo”.

Articolo precedenteProfezie di 75 anni fa. L’integrafo, progenitore dei calcolatori, cambierà il mondo
Articolo successivoSandei: creatività e tecnologia per la crescita aziendale