“Donne e Authority: tutela dei diritti ed innovazione nelle comunicazioni”

Lunedi 23 Ottobre 2023, ore 15.00, Agcom, Sala Angrisani, Via Isonzo 21/b Roma

************************

Il Consiglio Nazionale degli Utenti (CNU), istituito presso l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM), ai sensi della legge n. 249/1997, è l’Istituzione che tutela i diritti degli utenti e dei consumatori nel settore dell’audiovisivo e delle comunicazioni. Esprime pareri e formula proposte all’AGCOM, al Parlamento e al Governo ed a tutti gli organismi pubblici e privati che hanno competenza in tale ambito, promuovendo altresì iniziative di confronto e di dibattito su detti temi.

PROGRAMMA

Ore 15.00 Apertura lavori:

Sandra Cioffi, Presidente Consiglio Nazionale degli Utenti (CNU)

Giacomo Lasorella, Presidente AGCOM;

Saluti Istituzionali:

Maria Teresa Bellucci, Vice Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali;

Lucia Borgonzoni, Sottosegretaria di Stato al Ministero della Cultura; (*)

Paola Frassinetti, Sottosegretaria di Stato al Ministero dell’Istruzione e del Merito;

Ore 15.45   Relazioni introduttive:

Maria Pia Rossignaud (Vicepresidente Osservatorio TuttiMedia e Direttrice Media Duemila)

Emilia Visco (Consigliere e coordinatrice Gruppo donne e Media del CNU);

Ore 16.00: La parola alle donne delle Authority – Tutela dei diritti ed innovazione

Intervengono: Laura Aria (Commissaria Agcom) – Consuelo del Balzo (Consigliera ANAC) – (Ginevra Cerrina Feroni (Vice Presidente GPDP) – Carla Garlatti (Presidente AGIA) – Elisa Giomi (Commissaria Agcom) – Elisabetta Iossa (Commissaria AGCM)

Modera: Chiara del Gaudio, giornalista.

Si ringrazia AGCOM per la gentile concessione della sala Angrisani

RSVP entro e non oltre le ore 14.00 di giovedì 19 ottobre 2023 alla mail cnu@agcom.it

Necessario documento di riconoscimento all’ingresso, consentito dalle ore 14.00 alle ore 15.00.

 

(*) in attesa di conferma

 

Articolo precedenteUPA “ADVANCED TV, LA VIDEO CONVERGENZA”
Articolo successivoFieg: piano straordinario per aumentare i punti vendita dei giornali