Donne Economia e Potere, l’edizione in presenza dopo i due anni di pandemia ha visto una partecipazione massiva delle associate alla Fondazione Bellisario, che si sono strette intorno alla presidente Lella Golfo che ha commosso parlando della sua concreta attività a sostegno delle donne afgane. E in sala abbiamo applaudito Sakinah Hosseini,  la prima donna parlamentare afgana del precedente governo che è dovuta scappare ed ora è qui con noi in Italia insieme alla figlia quindicenne.

La ministra Elena Bonetti ha sottolineato che l’attività dell’Osservatorio sulla parità di genere permette di monitorare l’avanzamento delle azioni, siano esse norme o sostegno economico, della strada verso la parità. I 400 milioni destinati alla imprenditoria femminile – ha precisato la ministra per le pari opportunità – servono ad attivare canali che permettono alle donne di competere”.

L’obiettivo è un’azione sistemica le donne devono scrivere gli algoritmi: “Non è più tempo dei quadri dipinti a metà”.

Lella Golfo con la sua legge sulla parità di genere nei CDA ha fatto scattare l’ascensore che ha portato le donne nei consigli di amministrazione, Eleonora Mattia ( presidente IX commissione Regione Lazio) ha elencato quanta attenzione ci sia per promuovere la parità con la presidenza Zingaretti.

Due giorni all’Auditorium che hanno fatto il punto su Donne e Intelligenza Artificiale; Donne Economia della Conoscenza, Sviluppo, Transizione, Digitalizzazione; Donne e Startup. l’invito è non arrendersi.

 

Articolo precedentePaolo Benanti: “Se mi chiedi qualcosa posso dire non lo so mentre l’AI risponde sempre ”
Articolo successivoStreaming pollution – Big tech e Tv – Copertura Tv
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media, e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. Fa parte del gruppo di esperti CNU Agcom. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovannini storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono allo stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. La sua ultima pubblicazione: Oltre Orwell il gemello digitale anima la discussione culturale sul doppio digitale che dalla macchina passa all'uomo. Già responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. Per Ars Electronica (uno dei premi più prestigiosi nel campo dell'arte digitale) ha scritto nel catalogo "POSTCITY". Già docente universitaria alla Sapienza e alla LUISS.