Pagina 11 - modello definitivo 300

Versione HTML di base

11
N . 3 0 0 | G i u g n o / L u g l i o 2 0 1 4 |
b
Le attività iniziano “in sordina” per tutto il 2010 anche a fronte di un budget
iniziale contenuto in 4,5 milioni di euro, quindi si rafforzano nel 2011 per poi
assumere un carattere sempre più industriale nel 2012.
Nel 2011 viene indetto un bando per trasformare uno dei tre poli associati
in un Nodo e il consorzio aggregato da Trento si aggiudica il bando diventando
il 6 Nodo. Nel 2014 ai sei Nodi se ne aggiunge un settimo, Londra.
L’ICT ha un valore fondamentale nella Società del XXI secolo, sia in se stesso
in quanto generatore di prodotti e servizi che hanno un impatto di qualche
punto percentuale sul PIL (Europa 6% – European Digital Agenda; Italia 1%
con un effetto fino al 7% al 2020 – stime U.Bocconi/Oxford Economics e
European Digital Agenda) sia in quanto abilitatore di altri settori e sistema
di supporto a quasi tutti i settori, dall’eGovernment al commercio, dalla lo-
gistica alle città, dai trasporti alla produzione manufatturiera, dall’education
all’intrattenimento.
Questo impatto globale è destinato a crescere ulteriormente: si stima che
un’appropriata utilizzazione dell’ICT sia in grado di rendere efficiente un siste-
ma-paese per un 5-8% del PIL, circa 100 Mld di anno solo per l’Italia – stime
European Digital Agenda Europe 2020.
In effetti è la pervasività dell’ICT che lo rende un elemento fondamentale
per l’innovazione in tutti i settori, con conseguente incremento dell’efficienza,
EIT ICT Labs italy
Berlino
Eindhoven
Helsinki
Parigi
Stoccolma
Londra
Trento
L’EIT, l’istituto Europeo
per l’Innovazione
e la Tecnologia, nasce
per rispondere
al bisogno di aumentare
la capacità competitiva
dell’Europa sul mercato.