Pagina 13 - modello definitivo 300

Versione HTML di base

EIT ICT Labs italy
13
N . 3 0 0 | G i u g n o / L u g l i o 2 0 1 4 |
arrivano ad accedere a due anni di Master o ai tre di Doctoral School. Il corso di studi
si frequenta in Nodi diversi nelle università co-locate. A Trento e a Milano nel caso del
Nodo italiano. Inoltre i ragazzi frequentano il Nodo e le aziende collocate partecipando
ai progetti dell’EIT ICT Labs.
La Research permette di generare innovazione attraverso un percorso di completamen-
to di quanto i partner hanno sviluppato, integrando le tecnologie che questi mettono
a disposizione. Le attività di ricerca sono selezionate attraverso il processo competitivo
precedentemente descritto.
L’Innovation si basa su una trentina di Business Developers, 5 operano nel Nodo
italiano, che hanno il compito di scoprire PMI e startup innovative da accompagnare
sul mercato europeo e mondiale fornendo supporti di technology transfer, brevettazione,
business model e accesso a finanziamenti.
L’EIT ICT Labs Italy
è una associazione costituita da 14 Partner che rappresentano
eccellenze in varie aree ICT nazionale, sia sul versante dell’insegnamento, sia su quello
dello sviluppo, dell’esercizio e applicazione.
Sono quindi un sistema a tutto tondo che
permette di gestire in modo completo il processo dall’ideazione alla fruizione collaborando
in modo paritetico con le migliori aziende europee facenti parte dell’EIT ICT Labs.
Il cuore operativo del Nodo italiano è a Trento, dove si trova il co-location centre, CLC,
a cui si affianca, a partire da marzo 2014 il satellite di Milano.
Qui vengono ospitate le aziende a cui
è fornito il supporto,
da qui si tengono i contatti
con il territorio e con gli altri Nodi e si sviluppa la strategia del Nodo italiano.
Questa deve necessariamente essere in linea con le strategie dell’EIT ICT Labs ma vi
è lo spazio per focalizzare le attività sul territorio e per raccordarsi con il contesto dell’in-
novazione in Italia.
La scelta prioritaria del Nodo italiano è di investire sui temi della sicurezza e privacy,
sull’Identity Management, quale presupposto alla Internet of Everything, su Urban Life and
Mobility, sul Future Cloud per gli aspetti collegati all’Open Data e Big Data, sugli Smart
Spaces e sulle reti del futuro, in particolare il Software Defined Network con l’obiettivo di
migliorare la qualità della vita. Ovviamente i Partner del Nodo italiano partecipano anche
a tutte le altre aree di competenza scelte dagli ICT Labs. Le priorità segnalate sono quelle
Education
research
innovation