Pagina 14 - modello definitivo 300

Versione HTML di base

Dal laboratorio alla vita
Dal laboratorio alla vita
14
| N . 3 0 0 | G i u g n o / L u g l i o 2 0 1 4
Il cuore operativo
del Nodo italiano
è a Trento, dove si trova
il co-location centre,
CLC, a cui si affianca,
a partire da marzo 2014
il satellite di Milano.
su cui si concentra una maggiore focalizzazione e su cui si investe al fine di
individuare, se non creare elementi indispensabili all’aggregazione che spingono
gli altri Partner di EIT ICT Labs a venire ad operare presso il Nodo italiano.
La presenza della Provincia di Trento nell’ecosistema EIT ICT Labs italiano
è fondamentale. La Provincia, infatti, investe da tempo in innovazione, in
particolare sull’ICT: oltre 80 Ml di in cinque anni, precisamente dal 2012 al
2016. La sensibilità della Provincia ai temi dell’innovazione si traduce in uno
stimolo per tutto il territorio e dunque sperimentazione e crescita dell’economia
digitale ne sono il risultato.
Altrettanto importante diventa il nuovo satellite aperto a Milano per la
connessione che questo consente con l’area lombarda, e con l’EXPO 2015.
In questo ecosistema troviamo la maggior densità di innovazione in Italia e
rilevanti investimenti che faranno sentire il loro effetto ben oltre il 2015.
Come indicato, l’ICT ha bisogno di un contesto che si evolve in termini di
processi per poter fornire i benefici attesi e al contempo è uno strumento che
aiuta ad aumentare l’efficienza dei processi. In molti casi questa evoluzione
dei processi richiede un’evoluzione del contesto normativo e qui di nuovo il
ruolo della Provincia di Trento è fondamentale, come è stato dimostrato nel
settore degli Open Data.
Il Nodo italiano abbraccia tutta l’Italia con una forte presenza in Piemonte,
Lombardia, Emilia Romagna e Toscana, dove hanno sedi importanti alcuni
dei ns partner. Attraverso il CNR la copertura del territorio italiano diventa
ancora maggiore.
Un aspetto importante è che il Nodo italiano si rivolge a tutto il mondo
dell’innovazione ICT in Italia per fornire un supporto concreto al suo sviluppo
a livello europeo e mondiale. Non si rivolge, quindi, soltanto ai suoi partner.
Anzi, questi devono essere visti come punto di appoggio per facilitare la com-
petitività diretta ed indiretta dell’ICT.
Comunione di interessi e convergenza di conoscenze un obiettivo da con-
dividere e da cui nasce anche questo progetto di collaborazione con
Media
Duemila
, affinché si possa far conoscere meglio e più diffusamente quanto
l’EIT ICT Labs Italy sta facendo e può fare nel contesto nazionale.
Nelle pagine a seguire approfondiremo gli aspetti accennati in questa intro-
duzione, il punto di partenza è il Nodo italiano che ci permette di proseguire
focalizzando l’attenzione sulle tre direttrici: “Education, Research e Innovation”.
Stoccolma
Madrid
Budapest