Pagina 18 - modello definitivo 300

Versione HTML di base

Dal laboratorio alla vita
Dal laboratorio alla vita
18
| N . 3 0 0 | G i u g n o / L u g l i o 2 0 1 4
propria vocazione territoriale per sviluppare soluzioni ICT che migliorino la
qualità del vivere quotidiano. Assistiamo, quindi, ad un notevole impegno
in settori quali il benessere individuale e la salute, le città intelligenti e la
mobilità. Una ulteriore focalizzazione si ha nei settori della Privacy, Sicurezza
e Affidabilità dei sistemi informatici, di cui il Nodo italiano detiene la lea-
dership a livello di KIC (ospitandone il coordinatore) e dei Big Data, tema
quest’ultimo trasversale rispetto a molti ambiti applicativi.
Co-Location Center: concetto e applicazione pratica
Tramite i propri Nodi, l’EIT ICT Labs gestisce una rete pan-europea di
Co-Location Centers. Essi rappresentano il punto focale in cui l’ecosistema
del KIC (studenti, innovatori, partner, business developers, talenti, startup,
PMI), le loro idee e le loro tecnologie si incontrano e interagiscono dando re-
alizzazione fisica all’integrazione tra Alta Formazione, Ricerca e Innovazione/
Business, secondo il paradigma del “Knowledge Triangle”, promosso dall’EIT.
I CLC sono il fulcro delle attività di tutto il KIC, stimolando la mobilità
tra nodi, l’incontro di persone e idee e l’estrazione di valore da queste ultime.
In futuro le attività di EIT ICT Labs saranno sempre più concentrate
nei Co-Location Centre, anche grazie al lancio, previsto entro il 2014, delle
cosiddette “
High Impact Initiatives
” iniziative che, tramite un’appropriata
concentrazione di risorse umane, tecnologiche e infrastrutture, sviluppano
soluzioni ICT rispondenti a sfide specifiche della società moderna.
Il Co-Location Center di Trento si trova presso il polo tecnologico di Povo,
sulla collina “high-tech” sovrastante Trento, ben nota per la concentrazione
dell’università, dei centri di ricerca nel settore ICT e di aziende innovative
(es. consorzio Semantic Valley).
Il Nodo italiano ha progettato e attivamente promosso sin dall’inizio una
politica di co-locazione dei propri partner, ed in particolare di quelli indu-
striali, all’interno o nelle strette vicinanze del CLC, mettendo a disposizione
spazi e organizzando attività ed eventi che, stimolando la quotidiana con-
divisione di idee, progetti e visione, rendano possibile la
realizzazione della visione dei Co-Location Center sopra
delineata.
Grazie all’attivo supporto dei partner di Trento RISE,
ed in particolare di FBK che ospita il CLC, la politica
di co-locazione ha permesso la creazione di una serie di
laboratori e strutture gestite da, e con personale di, part-
ner quali Telecom Italia (laboratorio SKIL – http://skil.
telecomitalia.com/), Engineering (laboratorio ESTRO),
Poste Italiane (inaugurazione prevista nel corso del 2014),
CRF. La politica di co-locazione si è estesa anche al più
ampio “ecosistema” del Nodo italiano, incoraggiando la
presenza di medie aziende, tra cui Centro Ricerche GPI
e PointGrey, in tal modo ampliando ulteriormente la ca-
pacità attrattiva del Nodo italiano.
Infine, il Nodo italiano mette a disposizione una serie
di servizi in loco per le attività di “Business Acceleration”
ed internazionalizzazione (es. “Soft Landing”). In partico-
lare, spazi temporanei per aziende che, provenienti da altri
nodi di EIT ICT Labs e sostenute dal Business Developers
POSTE ITALIANE
P
oste Italiane
, uno dei principali attori eco-
nomici italiani (la più grande infrastruttura di
servizi), investe da tempo nel campo della cyber
security e delle tecnologie ICT. Recentemente ha
dotato il proprio CERT (
C
omputer
E
mergency
R
e-
sponse
T
eam) di un laboratorio di ricerca, realizza-
to a Trento in collaborazione con TrentoRISE, FBK e
l’Università di Trento, e di un distretto tecnologico
in Calabria, entrambi finalizzati alla realizzazione
di progetti R&D in ambito ICT e cyber security. La
partecipazione di Poste all’EIT ICT Labs, inoltre,
facilita l’applicazione della conoscenza scientifica
maturata negli anni alla creazione di prodotti per il
mercato, formazione, ricerca e industria.