Pagina 24 - modello definitivo 300

Versione HTML di base

Dal laboratorio alla vita
Dal laboratorio alla vita
24
| N . 3 0 0 | G i u g n o / L u g l i o 2 0 1 4
3CIXTY
3
Cixty
è un’iniziativa che si
caratterizza per l’ampiez-
za del suo impatto in quanto
rende disponibili dati fruibili
per la costruzione di una va-
rietà di applicazioni da parte
di terzi, supportando quindi,
da un lato l’imprenditorialità
innovativa di startup e dall’al-
tro promuovendo la disponibi-
lità di servizi al cittadino.
3cixty rende disponibile una
piattaforma e un ecosistema
di servizi di base che forni-
scono informazioni complete
ed eterogenee sulla città e
sulla mobilità.
Milano duran-
te il World Expo 2015
sarà
un palcoscenico ideale per
dimostrare i risultati acquisi-
ti e sperimentarli sfruttando
i milioni di visitatori prove-
nienti da tutto il mondo. Per
dimostrare l’efficacia della
piattaforma verranno create
Apps per i cittadini e visitatori
della città sia direttamente dal
progetto sia attraverso un App
Challenge organizzato dal Po-
litecnico di Milano. Il progetto
è sviluppato in collaborazione
tra i partner di EIT ICT Labs in
Germania, Francia e in Italia.
Il mettere a fattor comune questi tre elementi (Ricerca, Education e Busi-
ness) aumenta l’impatto di EIT ICT Labs. Le attività finalizzate all’innovazione
possono trovare sbocco e commercializzazione attraverso imprese già presenti
sul mercato; al contempo, imprese presenti sul mercato possono fornire tasselli
importanti nella costruzione di un’innovazione basata sulla finalizzazione delle
attività finanziate da ICT Labs. Queste, infine, sono un terreno ideale su cui i
nostri studenti di Master e Dottorato si formano, entrano in contatto con la
realtà del mercato e acquisiscono esperienze preziose direttamente sul campo.
La scelta delle 8 aree di investimento è stata effettuata sulla base di criteri
esterni (dove l’Europa ha posto le sue priorità) e sulla base di considerazioni
interne (dove i Partner di EIT ICT Labs hanno i propri punti di forza e dove
i loro piani di investimento concentrano le risorse). Tutto il mondo è in forte
evoluzione e tutti i settori merceologici, prodotti servizi e processi/catene del
valore, sono coinvolti. L’ICT è un fattore abilitante pressoché ovunque ed è
al tempo stesso un prodotto/servizio che rappresenta un 6% del PIL europeo
ma che può avere, secondo studi di vari centri di analisi macro economiche,
inclusi Harvard e Imperial College, un impatto che arriva all’8% sul totale
del PIL, potendo mobilizzare investimenti nei diversi settori di gran lunga
maggiori di quelli specifici all’ICT.
In Italia, ad esempio, a fronte di un mercato ICT che si aggira sui 60 Mld
anno (telecomunicazione, intrattenimento, software di supporto ai proces-
si), l’impatto sul PIL è valutabile intorno ai 120 Mld, quindi due volte tanto
e questo rapporto rimane valido a livello europeo. La Comunità Europea nel
suo documento Digital Agenda 2020 stima in oltre 100 Mld l’impatto che
l’ICT può avere su economie come la Spagna e l’Italia.
Anche se le 8 aree selezionate non sono esaustive, rispetto a quelli che
possono essere gli utilizzi e impatti dell’ICT, esse rappresentano comunque
una parte significativa del contesto complessivo. Va inoltre notato che cia-
scuna di esse abbraccia uno spettro molto ampio di tematiche; forse anche
troppo ampio per poter essere affrontato con una sufficiente massa critica.
Per tale motivo, nel 2013 EIT ICT Labs ha deciso di identificare un mas-
simo di due-tre priorità per area, convogliando su di esse gli investimenti a
partire dal 2015, garantendo così ad essi la necessaria massa critica.
Sempre per gli stessi motivi, il Piano di Attività 2015 includerà iniziative
pluriennali ad Alto Impatto sull’evoluzione dell’industria europea e sulla vita
dei cittadini europei. Tali High Impact Initiatives sono collocate nelle diver-
se aree, e saranno quindi descritte in quel contesto.
Passiamo ora a dare qualche dettaglio circa le 8 aree di innovazione, par-
tendo dalle tre che sono in qualche modo “trasversali”, per passare poi alle
cinque che guardano mercati verticali, descrivendo per ciascuna gli obiettivi
e la focalizzazione. Per attività specifiche svolte nel 2013 e in corso nel 2014
si rimanda ai box.
Future Cloud
La creazione di uno spazio, per applicazioni e dati, fruibile indipendentemente
dalle reti è un obiettivo che va verso la concretizzazione, attraverso soluzioni
oggi proprietarie, messe in campo dai grandi player americani, come Google,
Amazon e Apple. Il Cloud è uno spazio di servizi che richiede infrastrutture im-
ponenti, tutt’altro in linea con quella percezione “eterea” che spesso si associa ad