Pagina 44 - modello definitivo 300

Versione HTML di base

Dal laboratorio alla vita
Dal laboratorio alla vita
44
| N . 3 0 0 | G i u g n o / L u g l i o 2 0 1 4
realtà territoriali in cui vi è la presenza di nostri partner (Piemonte, Lombardia, Emilia
Romagna, Toscana) e con le relative istituzioni provinciali e regionali.
Impossibile innovare sul territorio senza coinvolgerlo, vale a dire senza creare un rap-
porto stabile di collaborazione e reciproca crescita tra centri di ricerca, istituzioni, imprese
e utilizzatori finali. Un esempio per quanto riguarda EIT ICT Labs Italy, ben si identi-
fica nella collaborazione con la Federazione delle cooperative trentine (partner dell’EIT
ICT Labs Italy). Anche gli istituti scolastici sono coinvolti nel processo, l’Istituto tecnico
Buonarroti di Trento collabora a dimostrazione che bisogna cominciare già dalle scuole.
La sfera di influenza del nodo si esercita poi anche a livello nazionale e oltre. EIT ICT
Labs Italy, infatti, rappresenta il riferimento anche per alcune aree dell’Europa dell’est,
tra cui Slovenia, Croazia, Bulgaria, Romania e Grecia. Anche in questi territori, sebbene
in modo più limitato, il nodo italiano opera con gli stessi scopi e modalità. L’obiettivo
generale in quest’area geografica è di sviluppare partnership di collaborazione interessanti
per i paesi dell’UE non appartenenti alla rete EIT ICT Labs in tutti e tre i campi base
del modello “triangolo della conoscenza” - l’alta formazione, la ricerca e il supporto a
startup e PMI.
Tecnologie digitali dedicate alla città
L’innovazione sul territorio passa attraverso i diversi progetti focalizzati sull’applicazione delle
tecnologie digitali nei vari ambiti che mirano all’ottimizzazione del funzionamento delle
città ed al miglioramento della qualità della vita delle persone nel breve e lungo termine.
Per menzionare solo alcuni esempi,
RetailerIn
è un prodotto sviluppato dal U-Hopper,
(startup della comunità di Business di EIT ICT Labs), che consiste in una piattaforma
innovativa in grado di monitorare e analizzare in tempo reale i movimenti dei clienti
all’interno di un punto vendita. Attraverso dei piccoli sensori collocati sui carrelli o sui
cestelli della spesa, RetailerIn riesce a capire come i clienti si muovono all’interno di un
supermercato, quali i percorsi più ricorrenti, dove si fermano maggiormente, ed il tempo
dedicato alla spesa. In America già da tempo i grandi supermercati cercano di utilizzare
le tecnologie dell’informazione, come ad esempio i sensori di eye-tracking per capire
cosa guardano le persone sullo scaffale di un negozio. Adesso, grazie a RetailerIn, anche
in alcuni supermercati del Trentino arrivano sistemi di sensori con lo stesso scopo: capire
meglio il comportamento delle persone nei negozi.
POLITECNICO DI MILANO
Con
i suoi quarantamila studenti in ingegneria, architettura e design, il Politecnico di Milano
è il principale Ateneo scientifico-tecnologico italiano. L’Ateneo, che ha festeggiato nel
2013 il suo 150-mo anniversario, punta sulla qualità della ricerca scientifica, sull’innovazione della
didattica e su un forte rapporto con la fertile realtà economica e produttiva del suo territorio, fa-
cendo uso di numerosi centri per il trasferimento tecnologico. Il suo incubatore Poli-Hub promuove
lo sviluppo di startup spesso vincenti sul mercato. Partecipa a tre progetti EIT ICT Labs finalizzati
ad EXPO 2015: 3cixty, che sviluppa una piattaforma per facilitare lo sviluppo di servizi (anche
di tipo sociale) e applicazioni mobili per i visitatori della città; City Data Fusion, che permette di
visualizzare il pulsare dinamico della città usando dati sociali (tweets) e telefonici; Streetsmart,
che sviluppa applicazioni interattive personalizzate per grandi schermi integrando interazione "a
distanza" (basata su gesti e movimenti) e interazione via dispositivi mobili personali.
EIT ICT Labs
Italy, infatti,
rappresenta
il riferimento
anche per
alcune aree
dell’Europa
dell’est, tra
cui Slovenia,
Croazia,
Bulgaria,
Romania e
Grecia.