Agcom Elisa Giomi

Elisa Giomi, commissario Agcom ha votato no alla delibera Agcom adottata  del 24 agosto “perché ritengo che tutelare la par condicio sul piano sostanziale significhi moltiplicare, e non ridurre, le occasioni di confronto fra punti di vista, anche attraverso formule capaci di interessare il pubblico e incentivarne la partecipazione informata alla competizione elettorale. Vi sono infatti casi in cui tutti o nessuno da principio paritario rischia di trasformarsi in strumento censorio”. Qui trovate il mio comunicato:https://lnkd.in/dfu96TYR #parcondicio #elezioni #agcom

Per saperne di più su Elisa Giomi l’intervista a Media Duemila: “Elisa Giomi: Agcom sportello di cittadinanza per un pubblico detentore di diritti civili e democratici”

Articolo precedenteBorse di studio per giornalisti alla settimana della scienza di Berlino
Articolo successivoDa Confindustria Radio TV: dossier aperti UE #DMA #DSA
Maria Pia Rossignaud
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media, e non solo, sono la sua passione. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. II presidente Sergio Mattarella la ha insignita dell'onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono allo stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovannini storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Insignita dal presidente Mattarella dell'onorificenza di "Cavaliere al Merito della repubblica Italiana. Fa parte del gruppo di esperti CNU Agcom. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. La sua ultima pubblicazione: Oltre Orwell il gemello digitale anima la discussione culturale sul doppio digitale che dalla macchina passa all'uomo. Già responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista Mobile Century e sui libri dell'associazione. Per Ars Electronica (uno dei premi più prestigiosi nel campo dell'arte digitale) ha scritto nel catalogo "POSTCITY". Già docente universitaria alla Sapienza e alla LUISS.