La casa è di nuovo al centro dei pensieri e dei desideri degli italiani. Come sottolineato dall’ultima indagine Doxa sulla Smart Home, realizzata per Findomestic, ogni famiglia spenderà circa 2.200 euro, nell’arco del 2019, per migliorare il luogo dove vive usufruendo di bonus dedicati ai mobili o investendo sulla tecnologia. Vogliono, in poche parole, vivere sempre più in una smart home, una casa dotata di soluzioni innovative volte al controllo, all’automazione e all’ottimizzazione di funzioni come la temperatura, l’illuminazione o l’intrattenimento.

Cosa dicono i dati della ricerca Doxa​

Il 52% degli intervistati si dichiara pronto a investire in dispositivi smart per la propria abitazione. Il 59% degli interessati al tema smart home possiede o sarebbe interessato ad acquistare un assistente virtuale, ossia un dispositivo che può dialogare con le persone allo scopo di fornire informazioni o compiere determinate operazioni. Tra chi sarebbe intenzionato ad acquistare uno smart speaker, il 13% pensa di procurarselo perché rappresenta il futuro, mentre il 31% intende posticipare l’acquisto a quando avrà una casa smart e in grado di interagire con questo dispositivo.

Gli assistenti vocali

Come anticipato, un ruolo fondamentale, in questa trasformazione, lo avranno gli assistenti virtuali, pronti ad ascoltare le nostre richieste, anticipare le nostre esigenze e intervenire, quando è necessario, a garantire la nostra sicurezza. Uno dei principali player del mercato degli assistenti vocali è rappresentato dagli smart speaker della serie Echo di Amazon che funzionano attraverso le Action e le Skill ovvero le applicazioni sviluppate da terze parti e fruibili attraverso gli assistenti vocali, come Alexa.

Ma che cos’è Alexa? È l’assistente vocale sviluppata dall’azienda americana che, grazie alla sua intelligenza artificiale, risponde a tutte le nostre domande, ci informa sulle ultime notizie e sul clima, ci intrattiene “cantando” le nostre canzoni preferite. Ma soprattutto ci aiuta a gestire in maniera più intelligente la casa permettendo di risparmiare e di gestire meglio ogni aspetto.

Eni gas e luce per Amazon Alexa​

La volontà di stare vicini ai propri clienti, sviluppando innovazioni e nuove tecnologie, è da sempre una priorità di Eni gas e luce. Per questo l’azienda ha deciso di sviluppare su Amazon Alexa un servizio volto sempre più a semplificare la vita delle famiglie italiane.

Come funziona la skill per Alexa di Eni gas e luce

Con la skill di Eni gas e luce tutti i clienti possono effettuare l’autolettura gas, in modo ancora più semplice, attraverso tutti i dispositivi che supportano l’assistenza vocale Amazon Alexa. La skill è già disponibile sullo skill store. Per avviarla, basterà dire: “Alexa, apri Eni gas e luce”. Per effettuare l’autolettura ancora più velocemente, servirà solamente avere a portata di mano il numero cliente ed il valore di autolettura.

Al primo utilizzo, al cliente, verrà richiesto il numero cliente e, nel caso si volessero effettuare autoletture su altri indirizzi, ad esempio per la casa al mare, sarà sempre possibile cambiare il codice. Alexa, inoltre, può essere d’aiuto anche in caso di bisogno, indicando quali cifre comunicare per una lettura corretta.