FANG (Facebook, Amazon, Netflix, Google / YouTube) sono all’assalto delle Tv tradizionali (ABC, NBC, CBS e Fox), il business anche di questi media non sarà più lo stesso.

Shelly Palmer lo afferma nel suo blog che seguo da tempo. La sua analisi parte dall’annunciato streaming delle partite della NFL (Lega Nazionale di football americano) su Amzon Prime e YouTube TV.

La competizione fra vecchi e nuovi media si gioca sui dati, naturalmente. Sono quattro gli insiemi di dati che aiutano a definire ciascuno di noi: attenzione, consumo, passione, intenzione. Facebook sa a che cosa prestiamo attenzione.  Amazon sa ciò che consumiamo e quello che desideriamo comprare.  Netflix conosce le passioni, sa quale intrattenimento le accende. Google/YouTube conosce le intenzioni perché la ricerca indica il nostro scopo, si cerca ciò che si intende fare.

Questi sono alcuni dei dati più chiari e fruibili in tutto il mondo. Shelly Palmer conclude che in Usa le televisioni maggiori di ieri (ABC – NBC – CBS e Fox) saranno sostituite dal gruppo FANG che sono in grado di fornire dati più interessanti per gli inserzionisti di tutto il mondo.

Questo quadro suona come una sveglia per tutti i broadcast tradizionali, non si può dormire sugli allori di un passato che non esiste più.

FANG

Articolo precedenteInarcassa premia le idee 19 aprile
Articolo successivoDisoccupazione e populismo effetti collaterali del progresso?
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media , e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovanni storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono alle stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. Responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. L'ultimo testo: Are you ready for your digital twin. Per Ars electronica (uno dei premi pi+ù prestigiosi nel campo dell'arte digitale ha scritto nel catalogo "POSTCITY".