Direttiva Copyright:
Direttiva Copyright: commenti di Andrea Riffeser Monti

“L’approvazione del Regolamento Agcom sui criteri di determinazione dell’equo compenso in favore degli editori di giornali è un risultato importante e molto atteso, che completa il quadro della disciplina di attuazione della Direttiva Copyright, recepita nel nostro ordinamento più di un anno fa. In un contesto procedurale con tempi e modalità certe, sarà finalmente possibile, anche nell’ecosistema digitale, avviare e concludere negoziazioni eque, garantendo il dovuto riequilibrio nella distribuzione del valore del prodotto, senza pregiudicare la libera espressione degli utenti della Rete”.

Il Presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, ha così commentato l’approvazione, da parte dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni, del Regolamento in materia di individuazione dei criteri di riferimento per la determinazione dell’equo compenso per l’utilizzo online di pubblicazioni di carattere giornalistico di cui all’articolo 43-bis della legge 22 aprile 1941, n. 633.

“Bisogna dare atto dell’impegno profuso da Governo e Parlamento e della indipendenza e correttezza dell’operato dell’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni nel raggiungimento di questo traguardo fondamentale per il futuro dell’informazione e la sua sostenibilità – ha osservato Riffeser –. L’auspicio è che si apra ora una fase di confronto costruttivo tra tutte le Parti coinvolte, nella comune condivisione di una riforma necessaria al riequilibrio dell’intero sistema digitale”.


FIEG

La Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG), fondata nel 1950, rappresenta le aziende editrici di giornali quotidiani, di giornali periodici, di agenzie di stampa, di testate digitali. Alla FIEG aderiscono l’Associazione Stampatori Italiana Giornali e la Federazione delle Concessionarie di Pubblicità.

Tra i suoi scopi, previsti dallo Statuto, rientrano la tutela della libertà di informazione; la tutela dell’economicità delle aziende editrici quale condizione essenziale per l’esercizio della libertà di informazione; lo sviluppo della diffusione dei mezzi di comunicazione come strumenti di informazione e veicoli di pubblicità; la difesa dei diritti e degli interessi morali e materiali delle imprese associate.

La Federazione rappresenta le imprese del settore dell’editoria giornalistica presso le istituzioni politiche ed amministrative, le Commissioni preposte all’applicazione delle leggi di settore, i consigli di amministrazione degli enti assistenziali e previdenziali del settore (INPGI, Fondo Casella, Fondo Dirigenti) ed in tutti gli organismi il cui fine è connesso all’attività editoriale. Partecipa in qualità di socio alle attività di ADS, Audipress, IAP. Aderisce alla Fondazione Pubblicità Progresso.

In ambito internazionale, la FIEG aderisce alla European Newspaper Publishers’ Association (ENPA).

La Fieg stipula i contratti di lavoro del settore (giornalisti, poligrafici e dirigenti di aziende editrici e stampatrici di giornali); stipula e gestisce l’accordo nazionale per la rivendita della stampa quotidiana e periodica; presta consulenza legale per l’interpretazione e l’applicazione della normativa di interesse per il settore; elabora studi ed analisi sulle principali tendenze del mercato dell’editoria; assiste le associate in materia di vendita, distribuzione, trasporti e pubblicità.