Francesca Bria, presidente del Fondo Nazionale Innovazione. Italiana con un curriculum eccezionale che l’ha portata a gestire la transizione di Barcellona quale città modernamente organizzata secondo le esigenze indicate dal basso ritorna in Italia, potrei dire finalmente.

Francesca Bria dovrà guidare questa cabina di regia nata per gestire risorse pubbliche e private legate all’innovazione.

Il Fondo Nazionale Innovazione è stato creato il 21 gennaio da Cassa Depositi e Prestiti., inciderà sul piano industriale del triennio 2019-2021 di Cdp.

Nel nuovo Consiglio che rimarrà in carica sino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022, anche Marco Bellezza ex Consigliere all’Innovazione di Di Maio al MISE,  Pierpaolo Di Stefano, Isabella de Michelis di Slonghello, Lucia Calvosa, Antonio Margiotta, Andrea Francesco Cardamone e Sergio Luciano Buonanno. Amministratore delegato e direttore generale Enrico Resmini. Nei prossimi tre anni il Ventur Capital di Cdp il Fondo Nazionale di Innovazione creato dal governo Conte investirà direttamente o indirettamente nel capitale di imprese innovative, supporterà anche start up scale up o piccole e medie imprese innovative. La sfida è difendere l’interesse nazionale e contrastare la costante dispersione dei talenti.

Il mio pensiero va a Istella, motore di ricerca italiano.

Articolo precedenteSiddi (CRTV) sulla diffamazione: revisioni che tutelino l’informazione professionale
Articolo successivoClegg (FB) alla LUISS: “La politica regoli Internet”
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media , e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovanni storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono alle stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. Responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. L'ultimo testo: Are you ready for your digital twin. Per Ars electronica (uno dei premi pi+ù prestigiosi nel campo dell'arte digitale ha scritto nel catalogo "POSTCITY".