La FUB ha sottoscritto con l’NCFTA (National Cyber Forensics Training Alliance) un Memorandum of Understanding.

L’idea è di iniziare un’attività di ricerca è finalizzata alla tutela dei brands nelle vendite online, sia per la tutela di marchi e brevetti, sia per il contrasto alla contraffazione dei prodotti.
“Il nostro obiettivo – afferma il Presidente Avv. Alessandro Luciano – è quello di unire le best practices americane alla competenza scientifica della FUB, comprovata, peraltro, dal supporto tecnico recentemente fornito al MISE – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi nell’ambito del contrasto alla contraffazione.

Mi recherò negli Stati Uniti nei prossimi giorni – conclude Luciano – per presentare il progetto ad Armando Varricchio, Ambasciatore italiano a Washington e per mettere a fuoco i dettagli della collaborazione con l’NCFTA ”.

 

La Fondazione Ugo Bordoni è un’Istituzione di Alta Cultura e Ricerca soggetta alla vigilanza del MISE riconosciuta dalla legge 3/2003.

La legge 69/2009 ne ha definito l’identità di organismo di diritto pubblico, riconosciuta di recente anche da un parere dell’Avvocatura dello Stato.

Il nuovo Statuto ribadisce il carattere di terzietà e indipendenza della Fondazione, attribuendole una governance pubblica che le consente di esercitare una funzione di supporto e consulenza in favore delle amministrazioni pubbliche e delle autorità indipendenti.

Nata nel 1952 in seno al Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni, la Fondazione vanta una consolidata tradizione di ricerca e studi applicativi nel settore delle telecomunicazioni che nel tempo si è andata caratterizzando per l’impegno a favorire un proficuo scambio tra ricerca pura e ricerca applicata.

Esercita una funzione di supporto e consulenza in favore delle amministrazioni pubbliche e delle autorità indipendenti.

Coniuga attività di ricerca nel settore ICT e servizi di interesse pubblico, con ricadute nell’ambito della tutela del cittadino.

L’impegno nella formazione, nella divulgazione e nella promozione del dibattito pubblico sulle tematiche dell’innovazione tecnologica e dello sviluppo industriale del Paese completano la mission.

 

alt= "FUB"

 

Articolo precedenteFlavia Marzano a Roma semplice: il web per migliorare le vite
Articolo successivoSassoli (UPA): “Pubblicità +4,3% a maggio”
Sara Aquilani
Ha conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi della Tuscia e si è specializzata in Editoria e Giornalismo presso l'Università LUMSA di Roma. Attualmente lavora per TuttiMedia/Media Duemila.