Premio giornalistico “Mimmo Ferrara” 

A Sabato Angieri, per il coinvolgente servizio televisivo realizzato da Odessa durante le prime settimane di guerra in Ucraina, il primo premio della sesta edizione del “Premio Giornalistico Nazionale Mimmo Ferrara”.

Il Secondo posto per Francesco Ferrigno con un’interessante inchiesta in due puntate sulla necessità di un sistema di protezione contro la propaganda russa.

Menzione speciale della Giuria a Giorgia Verna, giovanissima praticante, che ha pubblicato il suo articolo “Il computer mi ha rubato il lavoro” su Zeta – testata del Master in giornalismo della LUISS Guido Carli di Roma.

Grande novità di quest’anno, in continuità con il tema scelto per la Sesta edizione del Premio è la Tavola Rotonda “Transizione digitale fra etica, intelligenza artificiale e conoscenza umana” con Paolo Benanti autore del libro “Human in the Loop. Decisioni umane e Intelligenza Artificiale” della Pontificia Università Gregoriana e Derrick de Kerckhove, sociologo esperto di cultura digitale, docente al Politecnico di Milano e direttore scientifico della rivista Media Duemila. I due esperti internazionali saranno intervistati da Maria Pia Rossignaud, giornalista vicepresidente Osservatorio TuttiMedia.

Mimmo Ferrara, giornalista attento osservatore del mondo, rappresenta l’intelligenza di chi ha saputo coniugare tradizione e innovazione, senza lasciarsi sopraffare dall’una o dall’altra. Da uomo illuminato ha sostenuto diverse generazioni di giornalisti napoletani senza distinzioni di genere, ma soprattutto ha promosso la cultura a tutti i livelli.

La Giuria, inoltre, all’unanimità, ha conferito un premio alla carriera a Franca Leosini, giornalista e conduttrice televisiva.

Il premio, organizzato dall’Ordine dei Giornalisti Nazionale e Regionale della Campania, dalla Casagit e dalla famiglia Ferrara con il patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli, si terrà sabato 22 ottobre 2022 alle ore 9.30 presso la Sala dei Baroni – Maschio Angioino (Na).