Oggi pomeriggio a Trani presso Biblioteca Comunale Giovanni Bovio dalle ore 17:00 alle ore 19:00 sarà presentato il romanzo “Gli ultimi giorni di Sole” di Maria Pia Turiello e Francesca Corraro. Con la prefazione di Elia Fiorillo e mia Postfazione. 

“Claudia è una giovane avvocatessa del foro di Roma che trascorre la sua vita dividendosi tra l’impegno per la professione e l’amore per Marco, con cui è fidanzata dai tempi del liceo. Una sera, in un lounge bar, incontra un uomo elegante sulla cinquantina di nome Raul, con il quale nasce da subito una passione travolgente. Da quel momento Claudia sperimenterà una condizione di “poliamore biunivoco”: innamorata contemporaneamente di entrambi, si ritroverà a riflettere sul vero significato dell’amore e sulla condizione di amore “malato”, come quello “subito” da due donne da lei assistite. Stalking, mobbing, cyberbullismo, unioni civili e femminicidio sono tematiche qui esaminate dal punto di vista narrativo, ma anche giuridico, con le quali la stessa Claudia sarà costretta, suo malgrado, a fare i conti”.

 

Articolo precedenteStorytelling Digitale – Avatar- oltre la TV
Articolo successivoDavid Maria Sassoli (EU): “In quanto europei puntiamo alla trasformazione digitale vantaggio di tutta l’umanità”
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media, e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. Fa parte del gruppo di esperti CNU Agcom. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovannini storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono allo stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. La sua ultima pubblicazione: Oltre Orwell il gemello digitale anima la discussione culturale sul doppio digitale che dalla macchina passa all'uomo. Già responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. Per Ars Electronica (uno dei premi più prestigiosi nel campo dell'arte digitale) ha scritto nel catalogo "POSTCITY". Già docente universitaria alla Sapienza e alla LUISS.