La scorsa settimana lo avevamo anticipato parlando delle accuse mosse contro Google, che avrebbe sfruttato la sua posizione dominante nel mercato dei motori di ricerca. Appena ieri, la Commissione europea ha formalizzato le accuse contro il colosso americano, ipotizzando una maxi multa da 6 miliardi di euro.
A tal proposito, su Euractiv.it Giuseppe Latour approfondisce l’argomento, ripercorrendo le varie tappe dell’indagine dell’Antitrust.

Articolo precedenteSnowden, la password ideale: Margarethtatcheris100%sexy
Articolo successivoMisurare l’innovazione digitale
È attualmente consigliere per la comunicazione dell’Istituto Affari Internazionali; collabora con vari media (periodici, quotidiani, radio, tv) e con l’Unione europea; gestisce il sito GpNewsUsa2016.eu; tiene corsi in Università e scuole di giornalismo. Inizia l’attività giornalistica a “La Provincia Pavese” nel 1972. Dal 1976 al ’79 è alla “Gazzetta del Popolo” di Torino, per la quale nel 1979 apre l’ufficio di corrispondenza a Bruxelles. Nel 1980 passa all’Ufficio dell’Ansa di Bruxelles di cui diventa responsabile nel 1984. Segue per dieci anni la Cee e la Nato. Nel 1989 è a Roma: caporedattore Esteri, caporedattore centrale Esteri, vide-direttore. Nel 1992 è tra i fondatori dello European Press Club, di cui è tuttora segretario generale. Nel 1999 va a guidare l’ufficio Ansa di Parigi e nel 2000 diviene responsabile dell’ufficio di Washington e del Nord America. Dal dicembre 2006 al giugno 2009 dirige l’Ansa. Dopo è successivamente direttore de l'AgenceEurope, di EurActiv.it e vice-direttore de La Presse.