Debiti e sviluppo. Troppo rumore intorno per poter riflettere. Questo Next Generation Package sembra l’invenzione ‘salva-mondo’ ma tali sono i commenti, le analisi, i confronti, le contraddizioni, le zone grigie che non si sa più se riprenderemo lo sviluppo e se agevoleremo il futuro o no. Difficile discernimento tra analisi ‘tecniche’ e giudizi ‘politici’. La supremazia tra tecnici e politici è sempre in discussione. Tecnici ce ne sono tanti; politici anche; politici competenti ce ne sono? In realtà tutti speriamo che ce ne siano, che sappiano dirimere le difficoltà, gestire la cosa pubblica per l’interesse comune, selezionare in fretta le opportunità e cogliere le priorità. Ma la questione è ancora aperta. Che i media ci aiutino!
139 – HO UN GEMELLO NEL COMPUTER
Il virtuale sfida il reale nel mondo dell’Internet delle cose e dei big data. Se con un computer si replicano le situazioni caratteristiche di un processo, di una macchina, di un prodotto o di un intero mercato di prodotti, o della serie dei comportamenti di una persona, inserendo tutte le variabili significative, se ne ottiene una replica virtuale: il digital twin. Se si vuol conoscere che cosa succederà cambiando le variabili, si agisce sul computer virtualmente anziché sul caso reale. Così si prevede il risultato, senza rischi sulla realtà. Questa progettazione virtuale sul ‘gemello’ potrà ispirare ogni potenziale innovazione non solo nell’industria, ma anche nel marketing dei consumi. Attenti che il computer può conoscere le persone e i loro desideri più concretamente di quanto stimano di se stesse. Rossignaud e De Kerckove (“Oltre Orwell. Il gemello digitale”. Ed. Castelvecchi) insegnano…
140 – LA CINA NON E’ LONTANA
Le aziende digitali cinesi vogliono conquistare quote di mercato globale. La loro strategia dipende dal mercantilismo dell’innovazione sostenuto dallo stato. Alibaba, Tencent (con WeChat) e ByteDance (con TikTok) hanno fatto breccia nei mercati asiatici ed europei, raccogliendo enormi basi di utenti internazionali. Per gli smartphone, sempre più cruciali per le modalità di accesso all’economia digitale, mentre Samsung e Apple sono i leader indiscussi con rispettivamente il 31% e il 25,9% del mercato globale, le aziende dal terzo al quinto posto sono cinesi: Huawei (10,8%), Xiaomi (7,9%) e Oppo (4,3%). L’Asia ha la più alta concentrazione di telefoni cinesi, con il 36,1%, seguita da Africa (35,6%) ed Europa (28,3%). Al contrario, le aziende cinesi hanno un’impronta molto più ridotta nell’emisfero occidentale, con solo il 14,5% dei dispositivi mobili in Sud America e il 5,6% in Nord America.
141 – DIGITAL SERVICE ACT
In questi giorni la Commissione Europea pubblicherà una nuova legislazione che affronta le responsabilità delle piattaforme online globali: il Digital Service Act. L’impegno delle piattaforme online globali per la trasparenza e la responsabilità è fondamentale per consentire alle generazioni future di continuare ad avere accesso a notizie affidabili e a una ricca pluralità di opinioni e informazioni offerte dai media. Ciò faciliterà la sostenibilità economica dell’ecosistema mediatico europeo nell’era digitale. Di questa nuova proposta normativa se ne sta già occupando l’UPA e l’associazione Eurovisioni, con altri Istituti di ricerca e marketing. Anche Media Duemila approfondirà l’argomento con la direzione dell’EGTA, l’Associazione europea dei Concessionari di pubblicità radio e tv, ben legati a norme nazionali stringenti che si devono confrontare con competitori disinibiti e intrusivi, senza confini.
Articolo precedenteEditoria: Riffeser (Fieg), nella pandemia i giornali cerniera tra istituzioni e cittadini
Articolo successivoPillole di Giovanni Giovannini pensiero. Una guida verso la modernità: “il mondo nuovo”
Paolo Lutteri, di Milano, si occupa di comunicazione e marketing dal 1976. Studia e scrive articoli sull’innovazione culturale e tecnologica per la rivista Media Duemila. Ha pubblicato in proprio Quadernetti, Quaderni di poesie, Science Cuttings e diari di viaggio. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Milano e Diplomato all’Istituto Universitario di Lingue di Pechino (Beijing Yuyan Xueyuan). Giornalista pubblicista, iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1982. Ha lavorato con la Società Pubblicità Editoriale Spa (SPE), in particolare per le iniziative speciali del quotidiano Il Giorno, poi per l’organizzazione e la sponsorizzazione di eventi sportivi e culturali con Sport Comunicazione Srl e con Alfa Romeo; con il Gruppo Rai è stato Direttore Mezzi e Responsabile della Sede di Roma di Publicitas Spa, Responsabile del marketing e analisi strategica della direzione pianificazione e rapporti esterni per lo sport di Rai, Responsabile dei settori sport, estero, new media, marketing internazionale e del Centro Studi Media di Sipra Spa e Rai Pubblicità Spa. Ha fatto parte della Direzione e dei Comitati di lavoro presso l’Istituto di studi economico-sociali per l’Asia orientale (Università Bocconi di Milano), International Advertising Association, Euro Broadcasting Union, Federazione Internazionale Cinema Sportivo. E’ stato vicepresidente dell’Associazione Europea delle Concessionarie di pubblicità televisiva e radiofonica (EGTA). All’Università degli Studi di Milano è stato Ricercatore presso l’Istituto di Storia dei Paesi Afro-Asiatici. Ha tenuto corsi di formazione presso l’Università di Roma La Sapienza (Master Tv digitale), l’Università di Roma Tor Vergata (Master Economia e gestione dello sport), l’Università degli Studi Milano (Master Management e gestione dello Sport), l’Università degli Studi di Milano Bicocca (Docente Master Sport Management Marketing & Sociology). Attualmente fa parte del Comitato di Direzione della rivista Media Duemila, è socio onorario dell’Osservatorio TuttiMedia, membro d’onore dell’EGTA, membro del Consiglio direttivo dell’Associazione Eurovisioni, socio della Fondazione Salvetti, coordinatore Forum Giovani Scienziati presso la Federazione Associazioni Scientifiche e Tecniche (FAST). e-mail: paolo.lutteri@libero.it