Progettare motori che sfruttino alimentazioni differenti da diesel e benzina è diventata ormai un’esigenza non più prorogabile: l’obiettivo dell’Unione Europea è infatti condurre il settore dei traporti al risultato “zero emissioni” entro il 2050. In questo scenario si inserisce perfettamente Cursor X, il nuovo concept di propulsore ideato dalla FPT Industrial – brand di CNH Industrial –
e presentato a Torino presso il CHN Industrial Village il 23 novembre scorso, in occasione della seconda edizione dell’FPT Tech Day.
Cursor X è un sistema di propulsione estremamente innovativo, dotato di una serie di caratteristiche che, un motore progettato per il futuro prossimo, dovrà avere: innanzitutto è un sistema multipower, ovvero ad alimentazione multipla; in pratica può funzionare con gas naturale (per il medio raggio – autonomia di 400km), con fuel cell a idrogeno (per il lungo raggio – autonomia di 800km) o batterie elettriche (per l’utilizzo urbano – autonomia di 200km).
In secondo luogo, è modulare, cioè permette di passare semplicemente da un sistema di alimentazione all’altro, il tutto nella stessa power unit, delle dimensioni di un motore tradizionale. In terzo luogo, è scalabile nelle dimensioni, fattore che rende possibile la sua installazione su divere tipologie di prodotto: dai veicoli industriali alle macchine agricole, dai sistemi ausiliari agli escavatori. In quarto luogo è dotato di tecnologia 4.0, ovvero fornito di diversi sensori, che registrano e trasmettono informazioni sul suo funzionamento: questo lo rende capace di un alto livello di auto coscienza, che gli permette di analizzare le proprie condizioni, condividerle con l’utente (grazie alla possibilità di connessione sempre presente) e auto-apprendere nuovi dati, per via del processo continuo di memorizzazione di un gran numero di informazioni (Big Data).
Annalisa Stupenengo, Brand President di Fpt Industrial, ha affermato durante la presentazione:
“La nostra azienda è sempre stata all’avanguardia nello sviluppo di prodotti ad alto valore aggiunto: per questo sposiamo questa evoluzione della nostra attività. Siamo stati innovatori in più di un’occasione durante la nostra storia. E il nostro dna innovativo ci aiuta a costruire la nostra identità per il futuro: un’azienda 4.0 che offre soluzioni 4.0 ai propri clienti”.
Ribadisce il concetto David Orban, fondatore e managing partner di Network Society Ventures: “Ritengo che la tecnologia oggi come ieri sia la risposta per trovare soluzioni ai problemi e alle sfide che sono di fronte a noi. Agire rapidamente per implementare le tecnologie che abbiamo a disposizione già oggi per migliorare il nostro rapporto con l’ambiente naturale”.
L’industria 4.0 è la strada ormai tracciata nello sviluppo dell’economia mondiale e il nuovo propulsore Cursor X si muove coerentemente in questa direzione, proponendosi come progetto concreto per una maggiore ecosostenibilità del pianeta.

 Cursor X