Per la prima volta un’indagine condotta su tutto il territorio nazionale alza il velo sui danni che la pirateria arreca al mondo del libro e all’economia nazionale. E’ stato presentato il 22 gennaio a Roma, durante il convegno La pirateria nel mondo del libro. Danni e indispensabile contrasto”, organizzato da Gli Editori, l’accordo di consultazione e azione comune dell’Associazione Italiana Editori (AIE) e della Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG). Con questa iniziativa viene così inaugurata la collaborazione tra l’associazione degli editori di libri e quella degli editori di quotidiani e periodici su un tema fondamentale per l’intero mondo dell’industria culturale e informativa.

La ricerca, condotta da Ipsos per AIE, è stata presentata dal suo presidente Nando Pagnoncelli presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e a cui hanno partecipato i principali protagonisti del settore e interlocutori istituzionali.

La ricerca fotografa l’ampiezza del fenomeno, i danni arrecati all’industria del libro nel suo complesso e ai principali settori (editoria di varia, editoria universitaria, editoria professionale), l’impatto sull’economia nazionale e i mancati introiti per il fisco. Sono state proposte iniziative per il contrasto all’illegalità e il sostegno alla domanda legale.

Dopo l’introduzione dei presidenti di AIE e FIEG, Ricardo Franco Levi e Andrea Riffeser Monti, un saluto del sottosegretario per i beni e le attività culturali e per il turismo Anna Laura Orrico, cui hanno seguito, dopo l’illustrazione della ricerca, gli interventi di Innocenzo Cipolletta (presidente Confindustria Cultura Italia), dello scrittore Giacomo Mazzariol, di Angelo Marcello Cardani (presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), di Renzo Nisi, generale di brigata e comandante del nucleo speciale beni e servizi della Guardia di Finanza. Le conclusioni sono state affidate a Andrea Martella, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’informazione e all’editoria.