Come in ogni edizione di Scuola d’Europa, l’innovativo percorso di formazione alla cittadinanza europea ideato dall’Associazione La Nuova Europa, a conclusione dei laboratori di gruppo i ragazzi incontrano un rappresentante delle istituzioni per discutere insieme le loro proposte. L’appuntamento di quest’anno è con la Prof. Paola Severino, Vicepresidente della Luiss Guido Carli, rappresentante dei cittadini italiani in seno alla Conferenza sul futuro dell’Europa, copresidente del Comitato Scientifico della Conferenza stessa, inaugurata lo scorso 9 maggio da Parlamento, Commissione e Consiglio europeo e avviata alla sua conclusione, il 9 maggio prossimo a Strasburgo.

L’iniziativa, unica nel suo genere, ha permesso per la prima volta alla società civile di intavolare un confronto attivo con le istituzioni europee, volto a immaginare quale Europa i cittadini vogliono per il futuro. Anche i giovani della Scuola d’Europa hanno partecipato a questo esercizio di democrazia diretta, esprimendo le loro idee e le loro speranze, puntualmente caricate sulla piattaforma:

https://futureu.europa.eu/processes/Education/f/36/proposals/282681

https://futureu.europa.eu/processes/Digital/f/15/proposals/282682?locale=it 

https://futureu.europa.eu/processes/GreenDeal/f/1/proposals/282778?locale=it 

https://futureu.europa.eu/processes/ValuesRights/f/12/proposals/282712?locale=it

https://futureu.europa.eu/processes/ValuesRights/f/12/proposals/282745?locale=it

https://futureu.europa.eu/processes/Migration/f/34/proposals/282679?locale=it

 https://futureu.europa.eu/processes/Education/f/36/proposals/282613?locale=it

E proprio di questo gli studenti parleranno oggi, giovedì 31 marzo, alle 15,00, presso il Liceo Mamiani, con Paola Severino che ha coltivato l’ambizione di fare dell’Italia uno dei Paesi europei con il maggior numero di idee e contributi qualificati pubblicati sulla piattaforma. In particolare, le proposte elaborate dai ragazzi provenienti da dieci scuole romane appartenenti alla Rete “Laboratorio di Cittadinanza”, nascono da approfondimenti sulle tematiche del Green Deal, della Transizione digitale, delle Migrazioni, dell’Hate Speech, della Comunicazione e dei Giovani, in questo 2022, Anno Europeo dei Giovani, funestato dai venti di guerra in Ucraina che stanno scuotendo tutta l’Europa.

Su come evolverà la presa in carico, da parte delle Istituzioni, delle proposte della Conferenza in questo incerto scenario di guerra e pace in Europa, si esprimeranno anche gli altri ospiti dell’incontro di oggi: Diana Agosti, capo Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e Antonio Parenti, capo della Rappresentanza in Italia dell’Unione europea, sollecitati da Roberto Sommella, presidente dell’Associazione La Nuova Europa.

Articolo precedenteOsservatorio Stampa FCP: fatturato pubblicitario del mezzo stampa -2,8%
Articolo successivoResistere all’indifferenza con AngeliPress, Radio Rai GR Parlamento e O Anche No