Si può essere d’accordo con tutte e due con Riotta e Zambardino due facce della stessa realtà. Io sono al centro e quasi mi vedo spaccata con una mano a l’uno e l’altra a l’altro. Nessuno può negare che a volte sulla rete prende il sopravvento la mania dell’apparire piuttosto che la discrezione dell’esserci solo se si ha veramente qualcosa da dire. Ebbene da menti eccelse quali quelle che scrivono di Internet  mi aspetto un pensiero puro, aldilà delle appartenenze e dei clan di riferimento. In ogni caso trovo utilissimo questo scontro intellettuale, quanto mai opportuno in questo inizio di anno dove la dialettica culturale sembrava non trovar nessun posto. Meno male che ci sono Riotta e Zambardino che aiutano a riflettere sull’essenza delle cose moderne. Aspetto il parere di Derrick e di tutti coloro che vogliono continuare ad approfondire i concetti trattati. Ecco i link per chi avesse perso questi due articoli

 Riotta: http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tempo%20libero%20e%20Cultura/2010/01/web-il_futuro_della_rete.shtml  10 gennaio 2010

 

Zambardino :http://zambardino.blogautore.repubblica.it/2010/01/11/perche-riotta-ha-torto/

11 gennaio 2010