L’algoritmo e l’etica sono gli argomenti che Derrick de Kerckhove proporrà al festival Ars Electronica 2018. C’è un’etica dentro l’algoritmo, dobbiamo decidere l’etica che è alla base della costruzione dell’algoritmo e soprattutto quale etica deriva dall’uso dell’algoritmo, questo concetto si sposa con il tema scelto per il Premio Nostalgia di Futuro 2018, in programma lunedì 24 settembre (ore 14:30-18:00) presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II (Sede centrale – Corso Umberto I).

Il cambiamento è epistemologico dalla logica siamo all’ecologica, le Fake News sono solo parte di una transizione, dobbiamo ricambiare tutti i nostri modi di essere.

In un ambiente mediatico dove l’uomo della strada riesce a capire o a comprendere e distinguere tra la veridicità delle fonti chi è il responsabile per regolare la distinzione fra vero o falso?

Di tutto questo discuteremo il 24 a Napoli con esperti del settore e leader dei media tradizionali e piattaforme digitali.

Ars Electronica 2018

 

Articolo precedenteGoogle 20 anni di tecnologia che cambia la vita
Articolo successivoFedermanager e Nostalgia di Futuro
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media , e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovanni storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono alle stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. Responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. L'ultimo testo: Are you ready for your digital twin. Per Ars electronica (uno dei premi pi+ù prestigiosi nel campo dell'arte digitale ha scritto nel catalogo "POSTCITY".