Questa settimana segnaliamo il volume: “Le competenze digitali del manager pubblico” di Giuseppe Iacono e Flavia Marzano, edito da Maggioli.
Competenze e conoscenze del manager pubblico viste da Flavia Marzano, Nello Iacono con prefazione eccezionale di Alessandra Poggiani che sottolinea quanto “lo sviluppo di nuove competenze è essenziale perché, come afferma recentemente l’ex commissaria europea per l’Agenda digitale Neelie Kroes, viviamo in un contesto economico in cui ‘il 90% dei lavori richiede competenze digitali“.
Noi di Media Duemila nel numero speciale dedicato al centro di ricerca di Trento EIT ICT Labs abbiamo già descritto quanto è importante la formazione dei giovani al fine di trovare lavoro oggi.
Il libro si focalizza sui manager pubblici che devono agire nella piena consapevolezza che il processo di innovazione e digitalizzazione sta portando alla nascita di nuovi bisogni per i cittadini. Questo concetto è ben espresso anche nel discorso del nostro 12° presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.
Flavia Marzano, grande esperta dei meccanismi che regolano la pubblica amministrazione invita i manager di questo segmento essenziale per la crescita del Paese a cogliere ed a sfruttare tutto il mondo tecnologico legato alle smart cities. Nello Iacono, anch’egli esperto dei difficili meccanismi dell’oggi strutturato tecnologicamente ribadisce che solo attraverso una spiccata capacità di e-leadership del manager pubblico si può andare verso un’amministrazione aperta e digitale.
Le Pubbliche Amministrazioni rivestono un ruolo fondamentale per la definizione e l’evoluzione del modello culturale di un Paese, soprattutto in Italia. Nel moderno panorama dell’era digitale il ruolo del manager pubblico diventa, dunque, cruciale per indirizzare le politiche della nuova amministrazione aperta, disegnare modelli evoluti di servizi per i cittadini e rendere tangibili le innovazioni. Occorrono capacità nuove e di visione, competenze digitali evolute, che garantiscano la possibilità di definire concretamente iniziative di miglioramento, requisiti e politiche adeguate. Per attuare con successo rapido e duraturo un paradigma come questo, bisogna metterlo a sistema e andare oltre i casi sporadici dei manager pubblici “illuminati”.
Flavia Marzano è Presidente dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione (metti link), docente presso l’Università Sapienza di Laboratorio di Tecnologie per l’Amministrazione Digitale, membro del Tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale italiana, Consulente per la Pubblica Amministrazione e le imprese per l’innovazione, valutatore esperto del V, VI e VII Programma Quadro della Commissione Europea. Blogger su diverse testate e autore di testi sui temi dell’innovazione.
Giuseppe Iacono, con più di 25 anni di esperienza in campo tecnico e manageriale, come imprenditore, consulente, formatore, è da anni promotore di iniziative in campo nazionale sui temi dell’innovazione. È Vicepresidente dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione, Presidente dell’Istituto Italiano Open Data, eSkills Ambassador. Blogger su diverse testate e autore di testi sui temi dell’innovazione.