L’importanza della filosofia in tempi di crisi, tema della Giornata Mondiale della Filosofia 2020

L’edizione 2020 della Giornata Mondiale della Filosofia, che si celebra quest’anno il 19 e 20 novembre, si concentra sull’importanza del pensiero filosofico nell’aiutarci ad affrontare le molteplici sfide che il mondo ha di fronte, in particolare  sul significato della pandemia COVID-19.

“Se la crisi sanitaria mette in discussione molte certezze della nostre società, allora la filosofia ci aiuta ad andare avanti, stimolando una riflessione critica sui problemi che sono già presenti ma che la pandemia sta spingendo al limite”, afferma il Direttore generale dell’UNESCO Audrey Azoulay. “In un momento in cui la radicalità e la velocità dei principali sconvolgimenti mondiali possono disorientarci, la filosofia ci consente sia di fare un passo indietro che di vedere più avanti”.

Il famoso filosofo Edgar Morin lascia la sua eredità filosofica all’UNESCO in questi due giorni di riflessione virtuale e accessibile a tutti tramite il sito web dell’UNESCO (link sotto):

programme for World Philosophy Day 2020

19 November

Introduction: Audrey Azoulay, UNESCO Director-General

20 November

  • Gabriela Ramos, Assistant Director-General for Social and Human Sciences, will speak at the launch of the book “COVID-19: towards a new world?”, edited by Christian Byk, in collaboration with Bénédicte Boyer-Bévière and Damien Aftassi. This event is hosted by the French National Commission for UNESCO.
  • Roundtable “Health as a philosophical issue” with Bjørn Morten Hofmann (Norway), Luis de Miranda (France), Paulina Rivero Weber (Mexico)

  • Roundtable “Fear, confidence, risk” with Tanella Boni (Côte d’Ivoire), Luc Foisneau (France), Hartmut Rosa (Germany), Julian Baggini (United Kingdom).

  • Starting at 7 pm, UNESCO will give the floor to philosophers and philosophy students from all over the world, who will comment on the pandemic through short videos.