Premio Leonardo UGIS

Sono 50 i giovani ricercatori-comunicatori che hanno inviato la loro candidatura per la IV edizione del Premio Leonardo – Ugis 2014, nato dalla collaborazione tra il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e l’UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici), con il Patronato di Regione Lombardia, il patrocinio oneroso di Fondazione Cariplo, il contributo di Plastics Europe Italia – Federchimica.
Il Premio, che ha la finalità di sensibilizzare la società per renderla sempre più consapevole dei vantaggi e delle responsabilità delle quali il progresso scientifico è portatore, ha scelto quest’anno di valutare candidature in linea con il tema di EXPO 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” nella sua accezione più ampia.
La Giuria ha già fatto le prime valutazioni. I candidati che si contendono il Premio sono rimasti in cinque. Il vincitore verrà annunciato al termine della tavola rotonda. In tale occasione sarà reso noto anche il nome dello scienziato di chiara fama al quale verrà conferito il Premio alla Carriera.
Novità di quest’anno, che precederà la Premiazione, una tavola rotonda “Alimentazione: scienza, benessere e responsabilità”, sul ruolo fondamentale che possono giocare i media nella corretta informazione dei temi relativi all’alimentazione e alla salute.
Si tratta di un incontro di approfondimento sulle tematiche EXPO 2015 con attenzione al rapporto fra cibo e salute.
Dopo una breve esposizione da parte degli esperti Francesco Loreto – direttore Dipartimento di Biologia, Agricoltura e Scienza del cibo DiSBA – CNR, Claudia Sorlini – presidente Comitato scientifico Expo 2015 e Maria Xanthoudaki – Direttore Education & CREI, seguirà il confronto con i giornalisti Enrica Battifoglia – responsabile canale Scienza & Tecnica ANSA, Giorgio Pacifici – giornalista scientifico TG2 Rai.
Coordina l’incontro Giovanni Caprara – presidente UGIS e responsabile Scienza Corriere della Sera.
Dopo la tavola rotonda, verso le 18, la cerimonia di premiazione alla presenza di personalità del mondo accademico, delle imprese e dei media.
Il Premio prevede due riconoscimenti:
– riconoscimento alla carriera: un’opera di un artista conferito a una personalità del mondo della ricerca scientifica e tecnologica che si sia distinta, oltre che per le proprie competenze di scienziato, anche per quanto fatto nella diffusione della conoscenza;
– riconoscimento a un giovane ricercatore-comunicatore (con meno di 40 anni al 30 settembre 2014): un assegno di 2.500,00 euro per aver ottenuto risultati evidenti nell’ambito scientifico ed essersi impegnato nella comunicazione.
“L’adesione di quest’anno è in linea con le precedenti edizioni del Premio” commenta Giovanni Caprara Presidente UGIS. “Fa piacere constatare la copertura territoriale del nostro paese e l’attenzione anche dai nostri giovani che lavorano in Spagna, Cina, Germania, Regno Unito. Relativamente all’Italia, va segnalata la buona risposta dell’Università; cito come esempio Genova, Pavia, Roma, Napoli, Milano, Torino, Firenze. Tra le grandi istituzioni di ricerca non mancano contributi di Cnr, Enea, IIT”.
La Giuria del Premio, presieduta da Giovanni Caprara, Presidente UGIS e Responsabile Scienza Corriere della Sera e composta da Fiorenzo Galli, Direttore Generale Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia; Fabiola Gianotti, coordinatrice esperimento Atlas – CERN, Roberto Cingolani, Direttore Scientifico IIT – Istituto Italiano di Tecnologia; Giulio Giorello, Professore di Filosofia della Scienza – Università degli Studi di Milano; Livia Pomodoro, Presidente Centro internazionale di documentazione e studio sulle norme e le politiche pubbliche in materia di alimentazione; Claudia Sorlini, Presidente Comitato scientifico EXPO 2015; Alberto Pieri, Segretario Generale FAST – Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche, ha valutato le candidature pervenute dall’Italia e dall’estero, selezionando i finalisti sulla base dei curricula accademici, dei risultati raggiunti nell’attività di ricerca e dell’efficacia nel comunicare tali risultati al pubblico attraverso media e attività di comunicazione.
Nelle precedenti edizioni il riconoscimento alla carriera è stato assegnato a Renato Ugo nel 2011, ad Amalia Ercoli Finzi nel 2012 e a Luciano Maiani nel 2013. I giovani ricercatori premiati sono stati: Maurizio Tesconi del CNR di Pisa durante la prima edizione del concorso; nel 2012, a Silvia Giordani, “cervello rientrato” in Italia da Dublino proprio grazie al Premio UGIS che l’ha messa in contatto con l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, dove ha assunto l’incarico di Senior Researcher in Scienza dei Materiali; Sofia Francia, ricercatrice dell’istituto FIRC – IFOM di oncologia molecolare di Milano nel 2013.
Nel corso della serata verrà consegnato anche il Premio EUREKA per l’Innovazione Tecnologica, promosso dall’Associazione “Culture and Science” e dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, nell’ambito dei progetti per la diffusione della cultura scientifica.
Il Premio viene assegnato dalla Giuria a un personaggio, un’organizzazione o un’ istituzione che abbia contribuito in ambito europeo alla concezione o diffusione di soluzioni tecnologiche innovative nei processi produttivi anche con riferimenti di natura sociale e culturale.
La Giuria é presieduta da Mario Alì, Direttore Generale del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.