Ubiquity, azienda che opera nel mercato dei new media nell’ambito della progettazione e realizzazione di strategie digitali multicanale, partecipa a IAB Forum Milano 2010.

 

In occasione dell’importante appuntamento milanese, Ubiquity presenta in anteprima alcune statistiche estratte dal Primo Rapporto UbiquityLAB sui servizi SMS di “mobile finance” in Italia, uno dei primi contenuti di analisi, riflessione e approfondimento sui mercati digitali che verranno proposti dalla società milanese alla community italiana del settore attraverso il proprio blog UbiquityLAB a partire da dicembre 2010. Un blog che si pone l’obiettivo di offrire un proprio contributo e la propria voce alla diffusione di conoscenza in ambito digitale attraverso analisi quantitative e qualitative dei trend in atto nel mercato, in un ottica di condivisione e co-creazione.

 

Il Rapporto si basa sul monitoraggio dei volumi generati dai servizi di messaggistica SMS offerti dalle 17 più importanti banche Italiane, un punto di osservazione privilegiato per tracciare statisticamente i trend in atto nell’adozione dei servizi mobile legati a conti correnti, carte di pagamento e non solo, da parte della popolazione italiana. Un punto di osservazione adottato da Ubiquity a fronte della sua storica posizione di leadership in Italia nella gestione dei servizi di messaggistica quali gli Alert SMS per i correntisti gestiti per conto di primari istituti di credito (es. Intesa Sanpaolo, BancoPosta, Fineco, …).

 

Secondo il rapporto, nei primi 9 mesi del 2010 il volume di SMS inviati dal campione di banche Italiane monitorato, sia gratuiti che a pagamento per il consumatore (i cosiddetti servizi di messaggistica premium “etici”), ha registrato una crescita di circa il 40% rispetto allo stesso periodo 2009.

 

Su questi volumi è stata effettuata un’analisi puntuale su quali siano le tipologie di servizi SMS utilizzati dai correntisti.

L’analisi evidenzia la netta predominanza dei servizi SMS legati a carte di pagamento, che rappresentano il 75% dei volumi generati in crescita del 34% rispetto al 2009, e conto corrente, che segnano un notevole incremento (+78%).

 

I volumi e la crescita rilevanti di queste tipologie di servizi sottolineano la sempre maggiore pervasività dei canali digitali di accesso ai dati del proprio conto, non solo del canale mobile ma anche dell’internet banking.

E la familiarità degli utenti ad adottare i servizi SMS per tenere monitorati gli eventi sui propri strumenti di pagamento e movimentazione di denaro per una propria maggiore sicurezza contro le frodi. Inoltre, lo strumento SMS conferma la sua efficacia, grazie alla sua semplicità, tempestività e immediatezza, nei servizi di alerting.

 

Il tema sicurezza si rileva anche nella crescita importante dei servizi di caring e service che nei primi 9 mesi del 2010 hanno registrato una crescita del 55% rispetto allo stesso periodo del 2009. Registrano, invece, una crescita più lenta i servizi SMS di trading, pari all’11%, servizi per i quali la piattaforma SMS verrà sempre più affiancata dal paradigma delle applicazioni mobile per smartphone (iPhone, Android, ecc.) e per tablet (iPad, Galaxy Tab, ecc.).

 

Infine, il Rapporto fornisce anche una previsione di chiusura 2010, ipotizzando una crescita – rispetto al 2009 – del 40% dei volumi di SMS inviati dal campione di banche Italiane monitorato ai propri correntisti per un totale di circa 180 milioni di SMS, dati che colgono, seppur statisticamente e non in termini assoluti, il fenomeno digitale in atto nel nostro paese e l’attenzione strategica degli istituti di credito italiani per il canale SMS. 

 

La presenza a IAB Forum Milano 2010 di Ubiquity, legata in particolare al nuovo posizionamento strategico della società, e l’iniziativa UbiquityLAB rappresentano solo alcuni dei cambiamenti in atto. L’azienda è diventata, infatti, da quest’anno operatore telefonico (OLO) focalizzato sulla gestione delle numerazioni SMS “premium” (quelle relative a servizi a valore aggiunto) assegnate dal Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le Comunicazioni. Inoltre, Ubiquity sta ampliando con successo il proprio profilo operativo a nuovi servizi in ambito digitale (dalle Mobile Application ai servizi di web design & implementation e web marketing) e potenziando la propria presenza in settori diversi dal mondo finance quali l’editoria, il turismo, il mercato del retailing online di beni e servizi e di contenuti mobile, il fashion, ecc.

 

Dario Calogero, CEO di Ubiquity, afferma: “Ubiquity nel corso del 2010 ha consolidato il proprio processo di cambiamento strategico e oggi si pone come un’agenzia in grado di progettare e realizzare le strategie digitali multicanale dei propri clienti, attingendo ad un vasto portafoglio di competenze in ambito mobile e web che coprono l’intera catena del valore, dal digital strategy design all’implementazione dei servizi, dall’outsourcing al digital marketing. Una realtà unica nel panorama italiano dei new media”.

 

Ubiquity vi aspetta a IAB Forum Milano 2010 (3-4 Novembre 2010) presso il Milano Convention Centre, fieramilanocity di Via Gattamelata 5, allo stand L6 (Area Espositiva Livello 1) per discutere dei risultati del Primo Rapporto UbiquityLAB sui servizi SMS di mobile finance in Italia, del proprio nuovo posizionamento strategico e del proprio portafoglio di applicativi “mobile e web” per aziende e utenti finali.

Articolo precedenteiNotai per iPhone e iPad: creata la prima applicazione del Notariato italiano
Articolo successivoLibri e non vedenti: parte il progetto LIA (Libro Italiano Accessibile)