La rivista sarà presentata da Minnie Luongo, direttore di Generazione over 60, assieme a Giovanni Caprara, presidente Ugis ed editorialista del Corriere della Sera, e Paola Emilia Cicerone, giornalista scientifica e scrittrice a Milano, Martedì 11 dicembre ore 17,30 Centro Congressi FAST (p. le R. Morandi 2).
Perché una nuova rivista
Nasce una testata giornalistica che mancava. Per almeno tre motivi: a partire dal fatto che proprio in questo 2018, per la prima volta dal 1861 (cioè da quando, tramite censimento, gli italiani “si contano”), si è verificato il sorpasso numerico degli ultrasessantenni (28,7% della popolazione) sugli under30 (28,4%) e la percentuale di over60 sfiorerà il 40% entro i prossimi 20 anni. Contemporaneamente, stimano gli esperti di marketing e di consumi, dalla crisi dell’ultimo decennio a salvarsi è stata la maggioranza degli adulti stagionati, tanto che i consumi delle coppie over60 sono superiori di 1.200 €uro l’anno a quelli delle famiglie giovani. E ancora, la svolta è questione anche di cultura: la generazione dei “tardo-adulti” (definizione che ha sostituito la superata espressione “terza età”) ha avuto la fortuna di attraversare un particolare momento storico ( disseminato di svariate rivoluzioni, in più ambiti), che le permette di vivere il presente con un’invidiabile apertura mentale, unita ad ironia ed autoironia.
A chi si rivolge
“Vogliamo raccontare una generazione adulta attiva e impegnata, professionalmente e nel sociale, che non si riconosce nell’immagine stereotipata dell’anziano”- spiega Minnie Luongo, giornalista e scrittrice che ha creato e dirige la nuova testata -. Pertanto, non parleremo di dentiere e pannoloni, ma neppure vorremo identificarci con i sessantenni che si spacciano per quarantenni o si deturpano con eccessivi interventi estetici”. La rivista,direttamente sfogliabile dal web e distribuita dalla piattaforma Issuu, ricca di agili filmati, è anche stampabile in formato pocket. “Tante le rubriche, tutte trattate dal nostro punto di vista, che non contempla pruderie o luoghi comuni di alcun tipo. Generazione over 60 si occuperà di salute, tecnologia e volontariato, ma anche di scienza, cultura e disabilità, senza tralasciare sessualità, bellezza, viaggi e cibo”.
I collaboratori
Punto di forza sono i prestigiosi collaboratori, che generosamente si sono offerti di curare interessanti rubriche fisse: il sessuologo e psichiatra Marco Rossi e l’andrologo e chirurgo Alessandro Littara; i giornalisti Nicola Forcignano’ che dalla Thailandia scrive le sue “Cose dall’altro mondo” e l’InQuietamente pensante(questo il motto del Magazine) Andrea Tomasini con “Di tutto e niente”. A loro si unisce Antonio Giuseppe Malafarina con “Pillole di disabilità” e la coach di fitness Lisa Marino. E una bella novità è rappresentata da colleghi giornalisti che, abbandonando per una volta la propria specializzazione, si cimentano in nuove tematiche, come Paola Emilia Cicerone che da giornalista scientifica per il primo numero della rivista si reinventa critico cinematografico. Una sfida che solo chi è di questa generazione ha la forza e la leggerezza di affrontare. Perché nessuno come noi della “Generazione Fortunata”(per citare un libro di Serena Zoli) è così consapevole di sé e delle proprie potenzialità.

Nasce Generazione Over 60 il primo magazine on line per “over” senza complessi