New York Times punta a  800$ milioni di ricavi  nel 2020 – Editoria quale futuro fra esigenze di senior e young? Ne parlerà anche Moses Znaimer visionario editore canadese  il 18 novembre prossimo presso la FIEG in occasione della VII edizione del Premio Nostalgia di Futuro su Interazione – Contenuto – Tutela ICT per i media: confronto fra generazioni.

Il New York Times Company prevede di raddoppiare le sue entrate digitali nei prossimi quattro anni, aumentando il numero di abbonati online a pagamento, e desidera attirare i lettori più giovani e soprattutto espandersi nel mondo. Fra pubblicità ed abbonamenti online i ricavi 2014 sono stati di circa 400$ milioni. L’obiettivo è raggiungere gli 800$ milioni nel 2020, lo ha affermato il CEO Mark Thompson. La data che ha segnato la differenza è stata il 30 luglio 2014 perché il numero di abbonati digitali a pagamento ha superato 1 milione. I ricavi da edizioni tradizionali sono caduti del 13% nel secondo trimestre. Il New York Times punta dunque al mercato digitale. L’Osservatorio TuttiMedia il 18 novembre porterà a Roma il visionario dei media canadese Moses Znaimer, proprio per discutere di futuro dell’editoria e di generazioni. Moses Znaimer ha puntato, con la sua ultima media company ZoomerMedia Limited, sul mondo degli over 50 e guadagna anche con i mensili cartacei. Ha idee precise sul mondo di Internet e sulla pubblicità online.
Il premio Nostalgia di Futuro 2015, permetterà dunque di approfondire tematiche di scottante attualità e soprattutto di trovare soluzioni per un comparto, quale è quello dell’editoria, fondamentale per ogni paese democratico.
Intanto il 26 ottobre è la data ultima per inviare tesi ed articoli di giornali e partecipare al concorso che premia con 1.000,00 euro ciascun vincitore…

Articolo precedenteUPA lancia Upaperlacultura.org – 21 ottobre Milano – 28 ottobre Roma
Articolo successivoHalle: Vision – Tele – Vision Slow TV vince in Norvegia
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media , e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovanni storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono alle stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. Responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. L'ultimo testo: Are you ready for your digital twin. Per Ars electronica (uno dei premi pi+ù prestigiosi nel campo dell'arte digitale ha scritto nel catalogo "POSTCITY".