Il Premio “Nostalgia di Futuro”, giunto all’ottava edizione si terrà il 14 novembre  (ore 15:00/18:30) presso la FIEG di Roma.

Il Premio ogni anno permette di riflettere su argomenti di scottante attualità: il 2016 è dedicato a c’è un passato nel nostro futuro?

Ogni anno la giuria assegna due borse di studio, una ad  un neolaureato e l’altra ad un giovane giornalista ed il Premio dell’innovazione dell’anno ad una Azienda simbolo dell’innovazione. Lo scopo è segnalare le eccellenze fra chi innova nella comunicazione e/o comunica l’innovazione.

Il premio è nato per ricordare l’uomo che per primo ha intuito che la tecnologia avrebbe cambiato non solo la comunicazione, ma la vita stessa dell’uomo: Giovanni Giovannini,  giornalista, editore curioso visionario del mondo che sarebbe venuto subito dopo di lui.  La Nostalgia di Futuro, lui, la sentiva, negli ultimi anni della sua vita ripeteva continuamente questo ossimoro, ecco perché lo abbiamo scelto per ricordarlo. Nel 2014 il premio all’innovazione è andato al quotidiano Avvenire per il servizio dedicato all’ascolto dei testi pubblicati online. Un utile strumento per aiutare anche gli ipovedenti.

Il network creato grazie alla manifestazione è composto da giovani giornalisti, neolaureati e personaggi già protagonisti del mondo digitale ed anche da aziende che dell’innovazione hanno fatto un modo per rinascere e creare nuovi business.

L’editoria che innova è sempre al centro delle riflessioni che ogni anno ruotano intorno alla premiazione, il 2016 è un anno speciale perché l’Osservatorio TuttiMedia, associazione creata da Giovannini nel 1996 compie venti anni, un periodo dedicato alla divulgazione della cultura digitale ed a unire aziende che sono anche in concorrenza sul mercato, ma che dentro all’associazione collaborano per cercare di arrivare a nuovi equilibri sostenibili.