Il Premio “Nostalgia di Futuro”, giunto all’ottava edizione si terrà il 14 novembre  (ore 15:00/18:30) presso la FIEG di Roma.

Nostalgia di Futuro è il Premio nato per ricordare Giovanni Giovannini, storico Presidente della FIEG, giornalista, editore, curioso “esploratore” dell’innovazione tecnologica, quale strumento che cambia non solo il mondo della comunicazione ma la vita stessa dell’uomo.

Il Premio è l’occasione per riunire proposte sul tema dell’editoria digitale e riflettere sugli aspetti legati alla Grande Mutazione (la rivoluzione che non cambia solo il modo di comunicare ma la vita stessa dell’uomo) il 2016 è dedicato a c’è un passato nel nostro futuro?

Ogni anno la giuria assegna due borse di studio, una ad  un neolaureato e l’altra ad un giovane giornalista ed il Premio dell’innovazione dell’anno ad una Azienda simbolo dell’innovazione. Lo scopo è segnalare le eccellenze fra chi innova nella comunicazione e/o comunica l’innovazione.

 

 

 

alt= "Nostalgia di Futuro 2016"

Articolo precedenteFIEG e FNSI su contratto giornalisti accordo distante
Articolo successivoUSA 2016: comunicazione Bonomelli
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media, e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovannini storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono allo stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. La sua ultima pubblicazione: Oltre Orwell il gemello digitale anima la discussione culturale sul doppio digitale che dalla macchina passa all'uomo. Già responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. Per Ars Electronica (uno dei premi più prestigiosi nel campo dell'arte digitale) ha scritto nel catalogo "POSTCITY". Già docente universitaria alla Sapienza e alla LUISS.