“Media, società e giovani. Come saremo domani?” è il titolo del convegno proposto dal Vicariato di Roma Ufficio Pastorale Universitaria, nell’ambito della Settimana delle Scienze della Comunicazione (che si è svolta a Roma dal 17 al 22 maggio), organizzato dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione della “Sapienza” Università di Roma. L’evento ha messo a confronto, attraverso un dialogo-intervista fra ricercatori junior e ricercatori senior, gli aspetti che caratterizzano i futuri scenari mediali. “Voi giovani sarete quello che vorrete essere – ha detto a Uniroma.tv il nostro direttore Maria Pia Rossignaud – cioè dovete costruire il vostro futuro seguendo le esigenze del momento che sono quelle di una generazione che ha a disposizione delle tecnologie che prima noi non avevamo”. Giampiero Gramaglia, giornalista e presidente dell’Associazione Amici di Media Duemila, parlando dei giovani di domani ha aggiunto: “speriamo che ci sia un futuro che voi costruirete in cui il valore dell’informazione e il valore della notizia siano riconosciuti e siano apprezzati”.

 

di Erminio Cipriano

Articolo precedenteNuove professionalità, per nuovi giornalisti
Articolo successivoL’Università digitale: la didattica su iTunes