Per aiutare le PMI colpite duramente dalla pandemia Facebook lancia il piano

#piccolegrandimprese.

«È un’iniziativa specifica per l’Italia, dove le piccole imprese rappresentano una quota importante dei nostri clienti», sostiene Luca Colombo, 50 anni, country manager di Facebook in Italia. «Quando parliamo di pmi, ci rivolgiamo a soggetti che usano Facebook o Instagram per fare business, dal turismo alla ristorazione, dall’abbigliamento all’alimentare fino alla cultura. Il nostro obiettivo è sostenerne la ripresa in una fase difficile». Come emerge anche dalla ricerca semestrale «Future for Business», realizzata a fine maggio da Facebook con la Banca mondiale e l’Ocse su un campione di pmi italiane attive sul social network. «Il dato che colpisce di più è che una piccola impresa su 6 (il 16%) ha dichiarato di aver chiuso a causa del coronavirus», afferma Colombo. Il 76% delle società ha subito un calo delle vendite e più di una su 3 ha ridotto l’organico. «La sfida principale? Per quasi metà delle aziende è la capacità di generare cassa. Speriamo perciò che le iniziative prese dal governo possano rispondere al problema», si augura Colombo.

L’iniziativa #piccolegrandimprese è un portale pensato per dare un supporto alle piccole aziende nel loro percorso di digitalizzazione, così da renderle più competitive. Si struttura attraverso webinar organizzati in collaborazione coi partner dell’iniziativa: Talent GardenShopify e Giovani Imprenditori di Confcommercio e include uno strumento di diagnosi digitale.

Quest’ultimo, accessibile gratuitamente come gli altri contenuti dell’iniziativa, permette alle imprese di avere una diagnosi della loro strategia digitale in mezzora, e di ricevere un piano di azione personalizzata.

A questo si affiancano suggerimenti e consigli su come realizzare un piano pubblicitario efficace sulla piattaforma social più grande al mondo.

Articolo precedenteSu Google Maps arrivano i semafori
Articolo successivoIA – Libri per l’Europa – Google Trends