#Pluralismo #Regole #Copyright #Giornalismo nell’era dell’Intelligenza Artificiale Generativa

“#Pluralismo #Regole #Copyright #Giornalismo nell’era dell’Intelligenza Artificiale Generativa è il tema di Nostalgia di Futuro 2023, evento giunto alla XV edizione che sarà trasmesso dalla Federazione Italiana Editori Giornali (Fieg) mercoledì 13 dicembre dalle ore 15.00, in streaming sul sito di Media Duemila e sul sito Agi.it. Ospite d’eccezione il Senatore Alberto Barachini, Sottosegretario con delega all’informazione e all’editoria.

L’incontro ricorda Giovanni Giovannini, storico presidente FIEG, giornalista, editore, scrittore e anticipatore dell’evoluzione dei media ed è organizzato dall’associazione Osservatorio TuttiMedia e dalla rivista Media Duemila, anche come momento per premiare persone e aziende che si sono distinte nell’ambito della cultura digitale.

La XVma edizione di Nostalgia di Futuro, per Derrick de Kerckhove, direttore scientifico di TuttiMedia/MediaDuemila, è l’occasione per riflettere sulla complessità della transizione che vede l’uomo immerso in un sistema sociale con due codici diversi: “Da una parte c’è il linguaggio umano, codice basato sulla creazione di senso, e dall’altro quello dell’algoritmo, codice basato sulla logica di comandi. Dalle protesi tecnologiche (computer e telefonino), da me anticipate negli anni ’90, siamo arrivati all’algoritmo che si insinua dentro, con l’effetto di prendere il controllo delle nostre menti attraverso il linguaggio”.  “L’intelligenza artificiale è qui non solo per restare, ma per crescere e migliorare in modo esponenziale – precisa de Kerckhove –. Anche se cambia e si adatta alle nostre esigenze, sta trasformando noi, l’ambiente, gli strumenti e i servizi: è in corso una metamorfosi umana che non è, e non sarà, più facile degli enormi sconvolgimenti psicologici, sociali e politici che hanno caratterizzato il Rinascimento. Tutto ciò che possiamo sperare è che la transizione non duri 200 anni come allora. Ma se e quando la transizione sarà terminata, saremo tutti persone molto diverse, forse non così colti individualmente, ma in connessione permanente con una fonte universale di conoscenza strutturata e flessibile costituita da tutti gli input, che noi stessi abbiamo condiviso in Internet dal 1° gennaio 1983”.

Franco Siddi, Presidente TuttiMedia e CRTV aggiunge che “il presente è un attraversamento dentro il futuro con la consapevolezza dei rischi da affrontare ma anche dei nostri riferimenti. Una prima difficoltà è capire come e con chi bisogna negoziare la costruzione dell’algoritmo per evitare di restare ai margini del sistema e quindi non incidere nel cambiamento né culturalmente, né economicamente”.

“Niente è più come prima e in questo caso non possiamo sorridere pensando alla frase di Tancredi Falconieri ne Il Gattopardo: “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”, precisa Maria Pia Rossignaud, Vicepresidente TuttiMedia e direttrice Media Duemila. “Siamo a una svolta” lo diceva già Giovanni Giovannini negli anni ’80 quando ha fondato Media Duemila che quest’anno compie 40 anni di pubblicazioni, adeguandosi ai tempi ed agli strumenti attuali. Ora, nell’era di ChatGPT, la capacità di fare domande (prompt engineering) emerge come competenza prioritaria, abilità che caratterizza il nostro lavoro di giornalista, perciò sono ottimista sulla centralità del nostro ruolo”.

Lo scopo dell’incontro è quindi anche quello di tracciare una possibile linea di futuro attraverso le testimonianze dei partecipanti al dibattito, che si svolgerà nella formula dell’ Atelier di Intelligenza connettiva, ideato dal professor Derrick de Kerckhove.

Fra i presenti in sala Franco Siddi (TuttiMedia/CRTV) – Flavio Arzarello (META) –  Fabrizio Carotti (FIEG) – Diego Ciulli (Google) – Derrick de Kerckhove (Media Duemila) – Roberto Ferrari (ENI) –  Francesco Giorgino  (RAI) – Maria Eleanora Lucchin  (Mediaset) – Fernando Vacarini  (UNIPOL) –  Saverio Vero (Rai Pubblicità)  – Laura Aria (Agcom) – Elissa Ann Golberg (Amb. Canada) – Valeria Fedeli (On.Com. RadioTV) – Giusella Finocchiaro (UniBo) – Lorenza Lei (Pres. Audiovisivi Lazio) – Rita Lofano (AGI) – Claudia Mazzola (RAICOM) – Gina Nieri (Cda Mediaset) – Luca Peyron (UNICATT) – Gino Roncaglia (UnitreRM) – Guido Scorza (GDPR).

A conclusione del confronto si svolgerà la Cerimonia di assegnazione dei premi.

Per informazioni: redazione@mediaduemila.com

 

 

Articolo precedenteLegge europea sulla libertà dei media, è scontro sull’eccezione di sicurezza nazionale
Articolo successivoElissa Ann Golberg Award Donna è Innovazione 2023