Si è tenuta oggi presso l’Aula consiliare del Comune di Castel San Giorgio, l’ottava edizione del “Premio Giornalistico Mimmo Castellano”. La manifestazione – organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – ha lo scopo di onorare la memoria del compianto Mimmo Castellano, figura mitica per i giornalisti, scomparso prematuramente dieci anni fa.

Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Al suo nome sono legati numerosi riconoscimenti a favore della categoria come la legge 150/2000 sulla Comunicazione ed Informazione Istituzionale.

L’edizione di quest’anno, ha avuto come tema “Violenza sulle donne e tutela delle fasce deboli nei codici e nelle carte deontologiche”, tema sviscerato nel corso di un dibattito che ha visto impegnati il presidente nazionale del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, il presidente del Consiglio Regionale dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco e altre autorità. Ha partecipato l’On. Vito Crimi – Sottosegretario Editoria.

I premi quest’anno sono stati diversi ed assegnati a colleghi ed operatori dell’informazione che si sono particolarmente impegnati a tutela delle fasce deboli.

La nostra direttrice MARIA PIA ROSSIGNAUD  per il suo costante impegno di divulgazione attraverso Media Duemila delle tecnologie a supporto dell’essere umano e soprattutto delle fasce più deboli, è stata fra i premiati di quest’anno insieme a  VIVIANA PENTANGELO (conduttrice TGRai Basilicata per la sezione giovani); TONIA CARTOLANO (inviata SKY); MARIA LAURA MASSA (caposervizio TGRai Campania); PIETRO FERRAIOLI nel ricordo della sua scomparsa;  DARIO RICCIARDI per la sezione giovani freelance; VINCENZO MASSA per l’impegno sociale freelance; MARIO PEPE (redattore Roma); Gen. ROSARIO CASTELLANO premio speciale per l’attenzione verso il mondo dell’informazione; GINO RIVIECCIO premio speciale per la sua brillante attività artistica e giornalistica.