Premio Giovannini – archivio

Rassegna Stampa del premio Giovanni Giovannini.

Archivio Storico.

MEDIA
“Nostalgia di futuro”, largo agli under 30
La prima edizione del premio “Giovanni Giovannini” assegnata a tre giovani per un progetto sperimentale

ROMA– Largo ai giovani tra i vincitori della prima edizione del “Premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di futuro”. Il riconoscimento è stato assegnati infatti agli “under 30” Chiara Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shashin di Almaviva Consulting e del partner Gempliss per il progetto sperimentale “Futuro semantico per innovare il contatto”. La premiazione avverrà il 12 novembre a Roma nella sede della Fieg, la Federazione Italiana Editori Giornali (in via Piemonte 64, alle ore 16.00), in occasione dell’intitolazione della sala principale a Giovanni Giovannini che fu presidente della Federazione dal 1976 al 1996.

PREMIAZIONE – La consegna dei premi è prevista durante una cerimonia alla quale parteciperanno il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, il presidente della FIEG, Carlo Malinconico, e il presidente della Fnsi, Roberto Natale. Seguirà una tavola rotonda su “Orizzonte 2020, che cosa c’è nel futuro dei media”, moderata da Giampiero Gramaglia, presidente dell’Associazione Amici di Media Duemila, promotrice del Premio, con il massmediologo canadese Derrick de Kerckhove, continuatore della Scuola di Toronto di Marshall McLuhan e con docenti universitari, giornalisti e manager.

GLI ALTRI RICONOSCIMENTI – Giovani, naturalmente, anche i vincitori della sezione del Premio dedicata alle tesi di laurea o di dottorato di ricerca. La giuria, valutati i molti lavori pervenuti da diverse Università (soprattutto del Centro-Nord), ha assegnato i due premi in palio: borsa di studio e stage all’Ansa e alla Sipra a Davide Bonaffini e Andrea Paraboschi. Il primo per la tesi specialistica “Comunicazione digitale e legislazione vigente” (Scienze della Comunicazione, “Sapienza” di Roma). Il secondo per la tesi specialistica “La Comunicazione al tempo delle crisi: attori, dinamiche di percezione e consumo, nuove soluzioni comunicative emergenti” (Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione, Politecnico di Torino). L’intento – come ha spiegato Maria Pia Rossignaud, direttore di Media Duemila – è quello di creare un ponte tra mondo accademico e mondo imprenditoriale, soprattutto quello dei media e delle Tlc, facilitando la conoscenza della produzione accademica e spingendo le aziende ad “adottare” una delle tesi selezionate, offrendo nuovi stage per questa e per la prossima edizione del Premio, a cui l’Associazione vuole dare sempre più visibilità e continuità». La giuria ha poi assegnato una menzione speciale a Sergio Lepri, ideatore, autore e curatore del libro “1943. Cronache di un anno”: una ricostruzione storica on line di tipo collaborativo su un anno cruciale della storia italiana.
09 novembre 2009

Apc-Premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di futuro: i vincitori
Il 12 novembre consegna durante tavola rotonda con de KerckhoveRoma, 10 nov. (Apcom) – Largo ai giovani tra i vincitori della prima edizione del Premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di futuro, di cui è presidente onorario il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Sono infatti “Under 30” Chiara Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shashin di Almaviva Consulting e del partner Gempliss che hanno vinto il Premio con il progetto sperimentale “Futuro semantico per innovare il contatto”. La premiazione avverrà il 12 novembre a Roma nella sede della FIEG, la Federazione Italiana Editori Giornali, in occasione dell’intitolazione della sala principale a Giovanni Giovannini che fu presidente della Federazione dal 1976 al 1996.La consegna dei premi è prevista durante una cerimonia alla quale parteciperanno lo stesso Gianni Letta, il presidente della FIEG, Carlo Malinconico e il presidente della FNSI, Roberto Natale. Seguirà una tavola rotonda su “Orizzonte 2020, che cosa c’è nel futuro dei media”, moderata da Giampiero Gramaglia, presidente dell’Associazione Amici di Media Duemila, promotrice del Premio, con il massmediologo canadese Derrick de Kerckhove, continuatore della Scuola di Toronto di Marshall McLuhan e con docenti universitari, giornalisti e manager.Giovani, naturalmente, anche i vincitori della sezione del Premio dedicata alle tesi di laurea o di dottorato di ricerca. La giuria valutati i molti lavori pervenuti da diverse Università (soprattutto del Centro-Nord), ha assegnato i due premi in palio: borsa di studio e stage all’Ansa e alla Sipra a Davide Bonaffini e Andrea Paraboschi. Il primo per la tesi specialistica “Comunicazione digitale e legislazione vigente” (Scienze della Comunicazione, “Sapienza” di Roma). Il secondo per la tesi specialistica “La Comunicazione al tempo delle crisi: attori, dinamiche di percezione e consumo, nuove soluzioni comunicative emergenti” (Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione, Politecnico di Torino).L’intento – come ha spiegato Maria Pia Rossignaud, direttore di Media Duemila – è quello di creare un ponte tra mondo accademico e mondo imprenditoriale, soprattutto quello dei media e delle Tlc, facilitando la conoscenza della produzione accademica e spingendo le aziende ad ‘adottare’ una delle tesi selezionate, offrendo nuovi stage per questa e per la prossima edizione del Premio, a cui l’Associazione vuole dare sempre più visibilità e continuità”.La giuria ha poi assegnato una menzione speciale a Sergio Lepri, ideatore, autore e curatore del libro “1943. Cronache di un anno” una ricostruzione storica on line di tipo collaborativo su un anno cruciale della storia italiana.”L’Associazione amici di Media Duemila – ha preannunciato il presidente Gramaglia – terrà vivo questo momento con una serie di iniziative pubbliche programmate per il 2010, tra le quali la seconda edizione del premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di Futuro”.Red/Ard100027 nov 09

(ANSA) – ROMA, 12 NOV. Sensibilità, cultura, passione: sono le qualità che più hanno contraddistinto la lunga avventura professionale di Giovanni Giovannini (1920-2008), come giornalista, come editore, come presidente dell’Ansa e della Fieg. Lo ha messo in rilievo in un ampio ricordo pieno di ammirazione per la persona il sottosegretario Gianni Letta, intervenuto oggi alla cerimonia dei Premi Giovannini per giovani ricercatori.

Definendosi “un giornalista prestato alla politica”, con molta nostalgia per un mestiere che ha fatto per tanti anni, Letta ha parlato dell’impegno e delle intuizioni di Giovannini, davanti ad un pubblico di personalità, fra le quali vari direttori dell’agenzia ANSA (di cui Giovannini è stato a lungo presidente), ovvero Giulio Anselmi, Giampiero Gramaglia, Luigi Contu e il “giovanissimo” Sergio Lepri che ha compiuto i suoi novanta anni lavorando con impegno al suo sito personale.

“Giovannini – ha raccontato Letta – ha intuito primo di tutti NON in Italia, ma in Europa il mutamento, o meglio come lui diceva, ‘la mutazione’ dell’informazione. E’ grazie a lui, alla sua attività di studio, di divulgazione e di impegno politico come presidente degli editori, che l’Italia è arrivata all’appuntamento con i nuovi media, con meno ritardo rispetto ad Altri paesi.”

Letta ha anche provato ad immaginare l’atteggiamento di partecipazione e di curiosità che Giovannini avrebbe avuto Di fronte all’arrivo della tv digitale, sotto il segno della velocità delle tecnologie. E certo avrebbe raccomandato, dice Letta “che alla quantità di informazioni disponibili corrispondesse via via anche una crescente qualità. Il sottosegretario ha anche accennato al tema dei diritti, ovvero “al fatto che l’informazione investe le persone anche nel privato, in un modo che forse Giovannini non avrebbe potuto prevedere, poiché ancora non si era precisato il concetto di privacy. Ma certo a Giovannini non mancarono, ha concluso Letta “le doti di responsabilità, di coscienza professionale e di serietà intellettuale necessarie ad affrontare le nuove sfide dell’informazione”.

La cerimonia dei premi Giovannini ha compreso una tavola rotonda dal titolo ‘Nostalgia di futuro’ ed è stata aperta dal ‘padrone di casa’, ovvero dal presidente della Fieg, Carlo Malinconico. Nella sua introduzione Malinconico ha espresso la speranza che la stampa resterà anche nei prossimi anni:”cambierà il supporto – ha detto – si leggeranno libri elettronici, si avranno fogli di plastica più maneggevoli, ma non potrà scomparire l’attività giornalistica di raccolta e selezione delle notizie; come pure non è una guerra di posizione pensare ad un’equa ripartizione delle risorse fra chi produce le notizie (editori e giornalisti) e chi le diffonde (le reti)’”.

Del resto anche il presidente della FNSI, Roberto Natale,osservava che “oggi persino per l’informazione su internet si cerca un marchio di qualità, ovvero un marchio riconoscibile di buon giornalismo.”

INTERNET: DE KERCKHOVE, DEBOLE STRATEGIA DI MURDOCH
(ANSA) – ROMA, 12 NOV – Chi vincerà la sfida tra Google e
Murdoch che ha manifestato l’intenzione di proibire agli
aggregatori di notizie, come la stessa Google, Msn o Yahoo
l’accesso gratuito completo alle notizie dei giornali del
gruppo? Per il massmediologo Derrick De Kerckhove, erede di
McLuhan insegnante a Bacellona e Napoli, “la strategia di
Murodch non intelligente”
“Rinunciare a lanciare i suoi contenuti attraverso Google,
come ha preannunciato – ha detto – potrebbe costare molto a
Murdoch. Questo, a meno che, lui stesso voglia lanciare una sua
nuova piattaforma. Una prospettiva della quale non si è parlato
fino ad oggi”. Secondo lo studioso – intervenuto oggi alla
tavola rotonda del premio Giovannini a Roma – Google rimane
“un gigante. Con lui si dovrà sempre fare i conti, poiché ha
una capacità praticamente illimitata di alimentare e
indirizzare il traffico su Internet. Se poi si guarda lo
scenario dal punto di vista della stampa, Facebook e Twitter
possono essere interlocutori più utili. Per esempio oggi è
sempre più facile cercare informazioni attraverso Twitter su
Google”.
Secondo De Kerckove, resta il fatto che è sempre Murdoch che
sta muovendo le sue pedine. E resta il fatto che visto che gli
altri editori sono divisi, tra chi vuole arginare lo strapotere
del gruppo di Mountain View e chi non vuole rischiare di rompere
con il maggiore produttore di traffico su Internet. (ANSA).
EDITORIA: LARGO AI GIOVANI TRA I VINCITORI “PREMIO GIOVANNINI” =

(AGI) – Roma, 11 nov. – Largo ai giovani tra i vincitori della

prima edizione del “Premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di

futuro”, di cui e’ presidente onorario il sottosegretario alla

presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Sono infatti “Under 30”

Chiara Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shahin di Almaviva

Consulting e del partner Gempliss che hanno vinto il Premio con

il progetto sperimentale “Futuro semantico per innovare il

contatto”.

La premiazione avverra’ il 12 novembre a Roma nella sede

della Fieg, in occasione dell’intitolazione della sala

principale a Giovanni Giovannini che fu presidente della

Federazione dal 1976 al 1996. La consegna dei premi e’ prevista

durante una cerimonia alla quale parteciperanno lo stesso

Gianni Letta, il presidente della Fieg, Carlo Malinconico, il

presidente della Fnsi, Roberto Natale, il presidente dell’Ansa,

Giulio Anselmi e il presidente della Sipra, Roberto Sergio.

Giovani, naturalmente, anche i vincitori della sezione del

Premio dedicata alle tesi di laurea o di dottorato di ricerca.

Il direttore della comunicazione esterna Eni, Gianni Di

Giovanni, cosi’ descrive Giovanni Giovannini: “Egli aveva lo

straordinario dono di tutti i visionari: quello di guardare

lontano e di vedere temi e soluzioni per una vita migliore,

insieme ad una tecnologia piu’ umana e meno legata a profitto e

potere e Media Duemila desidera continuare sulla strada che il

suo fondatore ha indicato, alla ricerca del Giovanni Giovannini

del futuro”.

La giuria ha poi assegnato una menzione speciale a Sergio

Lepri, ideatore, autore e curatore del libro “1943. Cronache di

un anno”, una ricostruzione storica on line di tipo

collaborativo su un anno cruciale della storia italiana.

“L’Associazione Amici di Media Duemila – ha preannunciato il

presidente Giampiero Gramaglia – terra’ vivo questo momento con

una serie di iniziative pubbliche programmate per il 2010, tra

le quali la seconda edizione del premio ‘Giovanni Giovannini.

Nostalgia di Futuro'”. (AGI)

EDITORIA: A TRE ‘UNDER 30’ PREMIO GIOVANNI GIOVANNINI, DOMANI LA CONSEGNA =

Roma, 11 nov. – (Adnkronos) – Largo ai giovani tra i vincitori

della prima edizione del ‘Premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di

futuro’, di cui e’ presidente onorario il sottosegretario alla

Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Sono infatti ‘Under 30’ Chiara

Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shahin di Almaviva Consulting e del

partner Gempliss che hanno vinto il Premio con il progetto

sperimentale ‘Futuro semantico per innovare il contatto’. La

premiazione avverra’ il 12 novembre a Roma nella sede della Fieg, la

Federazione Italiana Editori Giornali (in via Piemonte 64, alle 16) in

occasione dell’intitolazione della sala principale a Giovanni

Giovannini che fu presidente della Federazione dal 1976 al 1996.

La consegna dei premi e’ prevista durante una cerimonia alla

quale parteciperanno lo stesso Gianni Letta, il presidente della Fieg,

Carlo Malinconico, il presidente della Fnsi, Roberto Natale, il

presidente dell’Ansa, Giulio Anselmi e il presidente della Sipra,

Roberto Sergio. Seguira’ una tavola rotonda su ‘Orizzonte 2020, che

cosa c’e’ nel futuro dei media’, moderata da Giampiero Gramaglia,

presidente dell’Associazione Amici di Media Duemila, promotrice del

Premio, con il massmediologo canadese Derrick de Kerckhove,

continuatore della Scuola di Toronto di Marshall McLuhan e con docenti

universitari, giornalisti e manager. Giovani, naturalmente, anche i

vincitori della sezione del Premio dedicata alle tesi di laurea o di

dottorato di ricerca.

La giuria valutati i molti lavori pervenuti da diverse

Universita’ (soprattutto del centro-nord), ha assegnato i due premi in

palio: borsa di studio e stage all’Ansa e alla Sipra a Davide

Bonaffini e Andrea Paraboschi. Il primo per la tesi specialistica

”Comunicazione digitale e legislazione vigente” (Scienze della

Comunicazione, ”Sapienza” di Roma). Il secondo per la tesi

specialistica ”La Comunicazione al tempo delle crisi: attori,

dinamiche di percezione e consumo, nuove soluzioni comunicative

emergenti” (Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione,

Politecnico di Torino). (segue)

EDITORIA: A TRE ‘UNDER 30’ PREMIO GIOVANNI GIOVANNINI, DOMANI LA CONSEGNA (2) =

 

(Adnkronos) – L’intento, come ha spiegato Maria Pia Rossignaud,

direttore di Media Duemila, ”e’ quello di creare un ponte tra mondo

accademico e mondo imprenditoriale, soprattutto quello dei media e

delle Tlc, facilitando la conoscenza della produzione accademica e

spingendo le aziende ad ‘adottare’ una delle tesi selezionate,

offrendo nuovi stage per questa e per la prossima edizione del Premio,

a cui l’Associazione vuole dare sempre piu’ visibilita’ e continuita’.

A questo proposito ringrazia in modo particolare ENI che ha creduto

subito in questa iniziativa e l’ha sostenuta fin dai primi vagiti”.

Il direttore della comunicazione esterna Eni, Gianni Di

Giovanni, cosi’ descrive Giovanni Giovannini: ”egli aveva lo

straordinario dono di tutti i visionari: quello di guardare lontano e

di vedere temi e soluzioni per una vita migliore, insieme ad una

tecnologia piu’ umana e meno legata a profitto e potere e Media

Duemila desidera continuare sulla strada che il suo fondatore ha

indicato, alla ricerca del Giovanni Giovannini del futuro”. La giuria

ha poi assegnato una menzione speciale a Sergio Lepri, ideatore,

autore e curatore del libro 1943. Cronache di un anno una

ricostruzione storica on line di tipo collaborativo su un anno

cruciale della storia italiana.

”L’Associazione Amici di Media Duemila – ha preannunciato il

presidente Gramaglia – terra’ vivo questo momento con una serie di

iniziative pubbliche programmate per il 2010, tra le quali la seconda

edizione del premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di Futuro”.

MEDIA: ECCO I VINCITORI PREMIO GIOVANNI GIOVANNINI. NOSTALGIA FUTURO =

 

(ASCA) – Roma, 11 nov – Largo ai giovani tra i vincitori

della prima edizione del Premio Giovanni Giovannini.

Nostalgia di futuro, di cui e’ presidente onorario il

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

Sono infatti ”Under 30” Chiara Calcagni, Luigi Coppola e

Tamer Shahin di Almaviva Consulting e del partner Gempliss

che hanno vinto il Premio con il progetto sperimentale

”Futuro semantico per innovare il contatto”. La premiazione

avverra’ il 12 novembre a Roma nella sede della FIEG, la

Federazione Italiana Editori Giornali, in occasione

dell’intitolazione della sala principale a Giovanni

Giovannini che fu presidente della Federazione dal 1976 al

1996.

Giovani, naturalmente, anche i vincitori della sezione del

Premio dedicata alle tesi di laurea o di dottorato di

ricerca: Davide Bonaffini e Andrea Paraboschi.

Il primo per la tesi specialistica ”Comunicazione digitale e

legislazione vigente” (Scienze della Comunicazione,

”Sapienza” di Roma). Il secondo per la tesi specialistica

”La Comunicazione al tempo delle crisi: attori, dinamiche di

percezione e consumo, nuove soluzioni comunicative

emergenti” (Ingegneria del cinema e dei mezzi di

comunicazione, Politecnico di Torino).

”L’intento – come ha spiegato Maria Pia Rossignaud,

direttore di Media Duemila – e’ quello di creare un ponte tra

mondo accademico e mondo imprenditoriale, soprattutto quello

dei media e delle Tlc, facilitando la conoscenza della

produzione accademica e spingendo le aziende ad ‘adottare’

una delle tesi selezionate, offrendo nuovi stage per questa e

per la prossima edizione del Premio, a cui l’Associazione

vuole dare sempre piu’ visibilita’ e continuita’. A questo

proposito ringrazia in modo particolare ENI che ha creduto

subito in questa iniziativa e l’ha sostenuta fin dai primi

vagiti”.

Il direttore della comunicazione esterna ENI, Gianni Di

Giovanni, cosi’ descrive Giovanni Giovannini: ”egli aveva lo

straordinario dono di tutti i visionari: quello di guardare

lontano e di vedere temi e soluzioni per una vita migliore,

insieme ad una tecnologia piu’ umana e meno legata a profitto

e potere e Media Duemila desidera continuare sulla strada che

il suo fondatore ha indicato, alla ricerca del Giovanni

Giovannini del futuro”.

PREMI: DOMANI CONSEGNA DEL ‘GIOVANNI GIOVANNINI: NOSTALGIA DI FUTURO’

ROMA (ITALPRESS) – Si svolgera’ domani a Roma, nella sede della

Fieg, la cerimonia di assegnazione del premio “Giovanni

Giovannini. Nostalgia di futuro” rivolto a giovani particolarmente

brillanti nel campo delle novita’ da apportare alla comunicazione

moderna. I vincitori sono tutti under 30: Chiara Calcagni, Luigi

Coppola e Tamer Shahin di Almaviva Consulting e del partner

Gempliss che hanno vinto il premio con il progetto sperimentale

“Futuro semantico per innovare il contatto”. Sempre domani

verranno consegnati anche le sezioni del premio dedicate alle tesi

di laurea o di dottorato di ricerca: una borsa di studi, con stage

presso l’Ansa e alla Sipra andra’ a Davide Bonaffini e Andrea

Paraboschi. “L’intento della nostra iniziativa – ha spiegato Maria

Pia Rossignaud, direttore di Media Duemila e per oltre un decennio

stretta collaboratrice di Giovannini – e’ quello di creare un ponte

tra mondo accademico e mondo imprenditoriale, soprattutto quello

dei media e delle Tlc. A questo proposito ringrazio in modo

particolare Eni che ha creduto subito in questa iniziativa e l’ha

sostenuta fin dai primi vagiti”. Il direttore della comunicazione

esterna Eni, Gianni Di Giovanni, cosi’ descrive Giovanni

Giovannini: “aveva lo straordinario dono di tutti i ‘visionari’,

quello di guardare lontano e di vedere temi e soluzioni per una

vita migliore, insieme ad una tecnologia piu’ umana e meno legata a

profitto e potere e Media Duemila desidera continuare sulla strada

che il suo fondatore ha indicato, alla ricerca del Giovanni

Giovannini del futuro”. La giuria ha poi assegnato una menzione

speciale a Sergio Lepri, ideatore, autore e curatore del libro

“1943. Cronache di un anno”, una ricostruzione storica on line di

tipo collaborativo su un anno cruciale della storia italiana.

(ITALPRESS).

(Apc) Domani consegna premio Giovanni Giovannini: nostalgia di futuro

Presente sottosegretario Letta.Seguirà convegno ‘Orizzonte 2020’

Roma, 11 nov. (Apcom) – Si svolgerà domani a Roma, a partire

dalle 16 nella sede della Fieg, la Federazione italiana editori

giornali, la cerimonia di assegnazione del premio ‘Giovanni

Giovannini. Nostalgia di futuro’ rivolto a giovani

particolarmente brillanti nel campo delle novità da apportare

alla comunicazione moderna: un campo in cui Giovannini è stato

felice precursore. I vincitori sono tutti ‘under 30’: Chiara

Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shahin di Almaviva Consulting e

del partner Gempliss che hanno vinto il premio con il progetto

sperimentale ‘Futuro semantico per innovare il contatto’.

La consegna dei premi è prevista durante una cerimonia alla quale

parteciperanno il presidente onorario del premio, il

sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il

presidente della Fieg Carlo Malinconico, il presidente della

Fnsi, Roberto Natale, il presidente dell’Ansa, Giulio Anselmi e

il presidente della Sipra, Roberto Sergio. Seguirà una tavola

rotonda su ‘Orizzonte 2020, che cosa c’è nel futuro dei media’,

moderata da Giampiero Gramaglia, presidente dell’Associazione

amici di Media Duemila, promotrice del premio, con il

massmediologo canadese Derrick de Kerckhove, continuatore della

scuola di Toronto di Marshall McLuhan e con docenti universitari,

giornalisti e manager.

Sempre domani verranno consegnati anche le sezioni del premio

dedicate alle tesi di laurea o di dottorato di ricerca: una borsa

di studi, con stage presso l’Ansa e alla Sipra andrà a Davide

Bonaffini e Andrea Paraboschi. Il primo per la tesi specialistica

‘Comunicazione digitale e legislazione vigente’ (Scienze della

Comunicazione, “Sapienza” di Roma). Il secondo per la tesi

specialistica ‘La Comunicazione al tempo delle crisi: attori,

dinamiche di percezione e consumo, nuove soluzioni comunicative

emergenti’ (Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione,

Politecnico di Torino).

“L’intento della nostra iniziativa – ha spiegato Maria Pia

Rossignaud, direttore di Media Duemila e per oltre un decennio

stretta collaboratrice di Giovannini – è quello di creare un

ponte tra mondo accademico e mondo imprenditoriale, soprattutto

quello dei media e delle Tlc, facilitando la conoscenza della

produzione accademica e spingendo le aziende ad ‘adottare’ una

delle tesi selezionate, offrendo nuovi stage per questa e per la

prossima edizione del premio, a cui l’associazione vuole dare

sempre più visibilità e continuità. A questo proposito ringrazio

in modo particolare Eni che ha creduto subito in questa

iniziativa e l’ha sostenuta fin dai primi vagiti”.

Il direttore della comunicazione esterna Eni, Gianni Di Giovanni,

così descrive Giovanni Giovannini: “aveva lo straordinario dono

di tutti i ‘visionari’, quello di guardare lontano e di vedere

temi e soluzioni per una vita migliore, insieme ad una tecnologia

più umana e meno legata a profitto e potere e Media Duemila

desidera continuare sulla strada che il suo fondatore ha

indicato, alla ricerca del Giovanni Giovannini del futuro”.

La giuria ha poi assegnato una menzione speciale a Sergio Lepri,

ideatore, autore e curatore del libro ‘1943. Cronache di un

anno’, una ricostruzione storica on line di tipo collaborativo su

un anno cruciale della storia italiana. “L’Associazione Amici di

Media Duemila – ha preannunciato il presidente Gramaglia – terrà

vivo questo momento con una serie di iniziative pubbliche

programmate per il 2010, tra le quali la seconda edizione del

premio Giovanni Giovannini. Nostalgia di Futuro”. La Fieg ha

annunciato che durante la cerimonia intitolerà la sala principale

dei suoi locali proprio a Giovanni Giovannini, che fu presidente

della Federazione per un ventennio: dal 1976 al 1996.

EDITORIA. DOMANI PREMIO GIOVANNI GIOVANNINI ‘NOSTALGIA DI FUTURO’ A TRE U30

DI GIOVANNI (ENI): CONTINUIAMO A GUARDARE A FUTURO.

 

(DIRE) Roma, 11 nov. – Largo ai giovani tra i vincitori della

prima edizione del premio Giovanni Giovannini ‘Nostalgia di

futuro’, di cui e’ presidente onorario il sottosegretario alla

presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Sono infatti ‘Under 30’

Chiara Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shahin di Almaviva

Consulting e del partner Gempliss che hanno vinto il premio con

il progetto sperimentale ‘Futuro semantico per innovare il

contatto’. La premiazione avra’ luogo domani a Roma nella sede

della Fieg, la Federazione italiana editori viornali (via

Piemonte 64, ore 16) in occasione dell’intitolazione della sala

principale a Giovanni Giovannini che fu presidente della

Federazione dal 1976 al 1996.

Giovani, naturalmente, anche i vincitori della sezione del

Premio dedicata alle tesi di laurea o di dottorato di ricerca. La

giuria valutati i molti lavori pervenuti da diverse Universita’

(soprattutto del centro-nord), ha assegnato i due premi in palio:

borsa di studio e stage all’Ansa e alla Sipra a Davide Bonaffini

e Andrea Paraboschi. Il primo per la tesi specialistica

‘Comunicazione digitale e legislazione vigente’ (Scienze della

Comunicazione, La Sapienza di Roma). Il secondo per la tesi

specialistica ‘La Comunicazione al tempo delle crisi: attori,

dinamiche di percezione e consumo, nuove soluzioni comunicative

emergenti’ (Ingegneria del cinema e dei mezzi di comunicazione,

Politecnico di Torino).

“L’intento- spiega Maria Pia Rossignaud, direttore di Media Duemila –

e’ quello di creare un ponte tra mondo accademico e mondo imprenditoriale,

soprattutto quello dei media e delle Tlc, facilitando la conoscenza della produzione

accademica e spingendo le aziende ad ‘adottare’ una delle tesi

selezionate, offrendo nuovi stage per questa e per la prossima

edizione del premio, a cui l’associazione vuole dare sempre piu’

visibilita’ e continuita’”. A questo proposito ringrazia “Win

modo particolare Eni che ha creduto subito in questa iniziativa e

l’ha sostenuta fin dai primi vagiti”.

Il direttore della comunicazione esterna Eni, Gianni Di

Giovanni, cosi’ descrive Giovanni Giovannini: “Aveva lo

straordinario dono di tutti i visionari: quello di guardare

lontano e di vedere temi e soluzioni per una vita migliore,

insieme ad una tecnologia piu’ umana e meno legata a profitto e

potere, e Media Duemila desidera continuare sulla strada che il

suo fondatore ha indicato, alla ricerca del Giovanni Giovannini

del futuro”.

La consegna dei premi e’ prevista durante una cerimonia alla

quale parteciperanno Letta, il presidente della Fieg, Carlo

Malinconico, il presidente della Fnsi, Roberto Natale, il

presidente dell’Ansa, Giulio Anselmi e il presidente della Sipra,

Roberto Sergio. Seguira’ una tavola rotonda su ‘Orizzonte 2020,

che cosa c’e’ nel futuro dei media’, moderata da Giampiero

Gramaglia, presidente dell’associazione ‘Amici di Media Duemila’,

promotrice del premio, con il massmediologo canadese Derrick de

Kerckhove, continuatore della Scuola di Toronto di Marshall

McLuhan e con docenti universitari, giornalisti e manager.

(Com/Ran/ Dire)

16:50 11-11-09

EDITORIA: AL PREMIO GIOVANNINI LARGO AI GIOVANI

(ANSA) – ROMA, 9 NOV – Largo ai giovani tra i vincitori della Prima edizione del Premio Giovanni Giovannini – Nostalgia di futuro, di cui è presidente onorario il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Sono infatti “under 30” Chiara Calcagni, Luigi Coppola e Tamer Shashin di Almaviva Consulting e del partner Gempliss, che hanno vinto il Premio con il progetto sperimentale “Futuro semantico per innovare il contatto”.

La premiazione avverrà il 12 novembre a Roma nella sede della Fieg in occasione dell’intitolazione della sala principale a Giovanni Giovannini, presidente della Federazione dal 1976 al 1996. Alla premiazione parteciperanno lo stesso Letta, il presidente della Fieg Carlo Malinconico e il presidente della Fnsi Roberto Natale. A seguire, una tavola rotonda su ‘Orizzonte 2020, che cosa c’é nel futuro dei medià, moderata da Giampiero Gramaglia, presidente dell’Associazione Amici di Media Duemila, promotrice del Premio, il massmediologo canadese Derrick de Kerckhove, e docenti universitari, giornalisti e manager.

Giovani anche i vincitori della sezione del Premio dedicata alle tesi di laurea o di dottorato di ricerca, Davide Bonaffini e Andrea Paraboschi, vincitori di una borsa di studio e stage all’Ansa e alla Sipra. La giuria ha assegnato una menzione speciale a Sergio Lepri, ideatore, autore e curatore del libro ‘1943. Cronache di un anno’. (ANSA).

http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_09/giovani_premio_giovannini_5b640660-cd45-11de-b7a9-00144f02aabc.shtml

http://notizie.virgilio.it/notizie/cronaca/2009/11_novembre/10/premio_giovanni_giovannini_nostalgia_di_futuro_i_vincitori,21553617.html

http://www.libero-news.it/adnkronos/view/221035

http://www.libero-news.it/adnkronos/view/221040

http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-754913/avvenimenti-previsti-settimana/

http://www.vip.it/premio-giovanni-giovannini-agli-under-30/

http://www.wikio.it/economia/editoria/federazione_italiana_editori_giornali

http://www.newstin.it/tag/it/155887292

http://twitter.com/cronaca24/status/5576515353

http://mysyndicaat.com/mysynd/home/22

http://www.primaonline.it/2009/11/13/76162/giornalismo-letta-ricorda-giovannini-luomo-dei-media/

Premio “Giovanni Giovannini. Nostalgia di Futuro”

Al via il Premio “Giovanni Giovannini. Nostalgia di futuro”. Si tratta di un riconoscimento internazionale che verrà attribuito, a “persone, enti, società, organizzazioni che abbiano contribuito, con idee, progetti, realizzazioni all’innovazione nel campo della comunicazione o alla comunicazione nel campo dell’innovazione”. Le candidature saranno proposte (massimo due per ogni membro) all’interno del Comitato promotore che sceglierà il vincitore dopo attenta istruttoria.
A fianco del premio principale viene istituto un premio per la migliore tesi di laurea discussa nei 12 mesi precedenti alla scadenza del bando (settembre 2008-settembre 2009). Il premio per giovani neolaureati consisterà in uno stage di un mese presso una redazione dell’Ansa a scelta del vincitore e in una borsa di studio.
Questi i nomi delle personalità che fanno parte del Comitato promotore del Premio “Giovanni Giovannini. Nostalgia di Futuro”:

Alessandro Brignone, Enrico Carità, Fabrizio Carotti, Mario Ciancio Sanfilippo, Corrado Corradi, Derrick de Kerckhove, Alain Elkann, Mario Frullone, Maurizio Gasparri, Marco Giovanelli, Giampiero Gramaglia (Presidente), Gianni Letta (Presidente onorario), Arrigo Levi, Carlo Malinconico, Stefano Mignanego, Paolo Paloschi, Francesco Passerini Glazel, Carlo Perrone, Marisa Pinto Olori del Poggio, Cesare Protettì, Mario Ricciardi, Maria Pia Rossignaud (Segretario), Roberto Saracco, Sebastiano Sortino, Vincenzo Maria Vita.

I vincitori riceveranno il premio nel corso di una cerimonia pubblica legata a un importante evento comunicativo su uno dei temi connaturati alla battaglia culturale che Media Duemila conduce da 25 anni.