Nostalgia di Futuro – Premio Giovannini: a portare a casa il Premio Innovazione 2018 per la sezione Aziende è stata Hoda – Holistic Data Activation grazie agli studi sulla gestione dei dati personali e allo sviluppo dell’app Weople, già disponibile negli store per Android ed Apple. Si tratta della prima banca dati “per investire i dati personali, fatta dalle persone e per le persone. Una app che aggrega gli utenti del web con l’obiettivo di tutelare e valorizzare i dati a favore di ognuno, rendendo l’individuo protagonista attivo, consapevole e remunerato. Weople crea un big data di grande qualità in cui le informazioni sono legate direttamente a dati certi sull’individuo (e non solo a cookie) e sono ulteriormente valorizzati dall’interconnessione con LifeKosmos”. Hoda punta a cambiare le regole del gioco, prendendo in considerazione il sistema attuale basato sullo sfruttamento dei dati senza alcuna remunerazione per i singoli, per passare a un investimento consapevole e remunerato dei dati. Grazie all’onda di un dibattito e alla consapevolezza crescenti sul valore e sulla gestione dei dati personali, Hoda può avere un ruolo molto importante nel prossimo futuro di internet, grazie anche alle innovazioni legislative del nuovo codice europeo di protezione dei dati (Gdpr).
A ritirare il premio è stato il fondatore di Hoda, Silvio Siliprandi. “Il 25 maggio è entrato in vigore il Gdpr: un codice bellissimo che dà tanti diritti ai cittadini. – ha spiegato Siliprandi – In Italia il mercato dei dati vale 1,6 miliardi di euro. È un mercato importantissimo, le persone producono questi dati e non viene riconosciuto loro niente. Abbiamo creato perciò Weople, un progetto che è anche etico e internazionale. Weople è una banca senza i difetti della banca”.

Hoda Silvio Siliprandi