Skyline è l’alleanza de Le Monde e Le Figarò per vendere insieme la pubblicità (http://www.lemonde.fr/actualite-medias/article/2017/07/06/alliance-surprise-entre-le-figaro-et-le-monde-dans-la-publicite_5156537_3236.html), così i media tradizionali provano a passare all’attacco anche e soprattutto dopo la pubblicazione dei dati di PwC sulla pubblicità digitale che sta accelerando il suo sviluppo in Francia, e che va principalmente a beneficio dei due operatori dominanti Facebook e Google, come ben spiega Le Monde.

La diciottesima edizione della ricerca sulla pubblicità dell’Osservatorio dell’e-pub IRC condotta da PwC in collaborazione con il L’UDECAM (http://www.udecam.fr/) , pubblicato mercoledì, 12 luglio rileva che
il segmento della ricerca online è dominato da due multinazionali. Entrambe rappresentano il 71% del mercato, contro il 68% dell’anno precedente. Il predominio del “duopolio” incarnata da Facebook e Google, pertanto continua a rafforzarsi, secondo gli esperti del centro ricerca internazionale. La situazione non è migliore sul versante mobile dove la quota di mercato è del 92%, per gli altri solo le briciole.

Il tasso di 9,8% per la crescita di questo mercato non è sinonimo di diversificazione, al contrario. I due giganti arrivano a coprire il 96% della crescita. Questi i dati che sarebbero all’origine delle nuove alleanze fra gruppi di media, come l’unione Le Monde e Figarò, costretti ad unire le forze per cercare di resistere e crescere.

Skyline

 

Articolo precedentePoccianti (AI*IA): “Intelligenza artificiale a chilometro zero”
Articolo successivoIl crepuscolo dei media di Vittorio Meloni
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media , e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovanni storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono alle stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. Responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. L'ultimo testo: Are you ready for your digital twin. Per Ars electronica (uno dei premi pi+ù prestigiosi nel campo dell'arte digitale ha scritto nel catalogo "POSTCITY".