Ti amo Francia, Alberto Toscano, Armand Colin, Malakoff, pp.287, euro 19,90.

Alberto Toscano è un giornalista, corrispondente da Parigi per la stampa italiana dal 1986. Nel suo libro ‘Ti amo Francia’ racconta la vita di quegli italiani che hanno contribuito, da immigrati divenuti protagonisti di una felice integrazione, a ‘fare’ la Francia di oggi. Pur prestando un particolare riguardo nei confronti degli  italiani ‘illustri’ che si sono distinti in questo processo di costruzione di una nazione – Leonardo da Vinci, Caterina de’ Medici e molti altri -, il volume dà importanza anche alle storie di italiani che hanno sacrificato la vita durante la Resistenza francese e che si sono impegnati, nel 1943, a salvare molti ebrei perseguitati a Nizza, Grenoble e Chambéry.

L’opera di Alberto Toscano intende costruire, con i suoi racconti, un nuovo ponte d’amicizia tra l’Italia e la Francia, due Paesi che troppo spesso dimenticano i tanti tratti che li accomunano.

‘Ti amo Francia’ ripercorre alcuni episodi storici significativi “senza pretendere – scrive nell’introduzione l’autore – di fornire la lista completa degli italiani che sono stati importanti per la Francia”. Gli episodi ricostruiti e citati nascono, fra l’altro, da corrispondenze e dialoghi che l’autore ha avuto con discendenti di italiani arrivati in Francia all’inizio del Ventesimo Secolo.

I periodi di conflitto e difficoltà, però, non sono gli unici momenti in cui gli italiani hanno offerto il loro aiuto alla Francia. Particolarmente gustosa è la testimonianza di André Riolfo, ex ciclista transalpino, che ricorda “la capacità di tenere duro, fino a superare se stessi, nei momenti più difficili” dei ciclisti italiani. Udi atteggiamento che i francesi hanno avuto modo di apprezzare osservando gli atleti in azione. Stando alle parole di Riolfo, la capacità di resistenza era dovuta al fatto che i ciclisti italiani che gareggiavano in Francia erano spesso figli di immigrati e per questo conoscevano la vera sofferenza e non avevano paura di lottare.

Cucina, moda, politica, spettacolo e sport: Alberto Toscano dedica un capitolo a ognuno di questi ambiti in cui gli italiani hanno fornito le loro competenze e abilità per costruire una delle nazioni più importanti al mondo. Contributi dati da “milioni di donne e uomini che hanno sempre pensato al lavoro. Perché lavorare fa rima con avvenire”, conclude l’autore.

Uscito quando Italia e Francia stanno lasciandosi alle spalle un periodo di rapporti difficili, questo libro ci ricorda il legame di fratellanza e interdipendenza che da sempre esiste tra noi ‘cugini’ italiani e francesi, e di cui rivalità e sfottò sono una componente sdrammatizzante.

Giovanni Esperti