Stati Generali delle Donne
Isa Maggi, coordinatrice nazionale degli Stati Generali delle Donne ed Alleanza delle Donne propone dal 1 settembre 2022 alle ore 18 una nuova rubrica dedicata alle elezioni politiche del 25 settembre per capire cosa pensano le donne, chi voteranno  e  se è davvero grande “l’astensionismo “che serpeggia nel mondo femminile. Ogni giorno una candidata o un candidato per dialogare intorno ad una serie di domande –  dice Isa Maggi- . Ogni giorno scriveremo una riflessione da condividere verso le elezioni”.
Il primo appuntamento  è stato dedicato alle  Autonomie del Trentino con Margherita Cogo e Patrizia Bergamo.  Di diritti  ha parlato Maria Lippiello e di economia delle imprese, di fiscalità e di semplificazione Isa Maggi.
Articolo precedenteSiddi (Confindustria Radio Tv): “Bene adozione Piano DAB+ per la radiofonia ma necessario un Tavolo Radio 4.0
Articolo successivoDieci idee per un’Italia sostenibile: ASviS per una legislatura in linea con l’Agenda 2030 dell’Onu
Giornalista curiosa, la divulgazione scientifica è nel suo DNA. Le tecnologie applicate al mondo dei media, e non solo, sono la sua passione. E' fra i 25 esperti di digitale scelti dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea. Fa parte del gruppo di esperti CNU Agcom. L'innovazione sociale, di pensiero, di metodo e di business il suo campo di ricerca. Direttrice della prima rivista di cultura digitale Media Duemila (fondata nel 1983 da Giovanni Giovannini storico presidente FIEG) anticipa i cambiamenti per aiutare ad evitare i fallimenti, sempre in agguato laddove regna l'ignoranza. Vice Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, associazione culturale creata nel 1996, unica in Europa perché aziende anche in concorrenza siedono allo stesso tavolo per costruire il futuro con equilibrio e senza prevaricazioni. La sua ultima pubblicazione: Oltre Orwell il gemello digitale anima la discussione culturale sul doppio digitale che dalla macchina passa all'uomo. Già responsabile corsi di formazione del Digital Lab @fieg, partecipa al GTWN (Global Telecom Women's Network) con articoli sulla rivista e sui libri dell'associazione. Per Ars Electronica (uno dei premi più prestigiosi nel campo dell'arte digitale) ha scritto nel catalogo "POSTCITY". Già docente universitaria alla Sapienza e alla LUISS.