Ormai in televisione abbiamo già visto tutto: un piccolo rumor o una piccola indiscrezione online che mette in cattiva luce le aziende, un retroscena politico che devia il ciclo delle notizie nazionali  e distrugge un candidato, quello che nessuno sa, spiega Ryan Holiday, è che  qualcuno è sempre responsabile di tutto questo, “di solito, uno come me”.
“Sono un manipolatore dei media. In un mondo dove sono i blog a controllare le notizie, a volte per allontanarle dalla realtà, il mio lavoro è quello di controllare i blog.” Un lavoro che può fare qualsiasi persona.

Nella cultura di oggi:
1) I blog di Gawker, Buzzfeed e l’Huffington Post guidano l’agenda dei media.
2) I blogger sono schiavi di denaro, tecnologia e scadenze.
3) I manipolatori impugnano queste leve per modellare tutto quello che leggete, vedete, ascoltate e guardate online e offline.
“Perché sto rivelando questi segreti? Perché sono stanco di un mondo in cui i blog prendono tangenti indirette, dove il marketing aiuta a scrivere la notizia, e i giornalisti temerari diffondono news, ma sembra che nessuno si prenda la responsabilità di tutto ciò. Io voglio che la verità venga alla luce”.

Autore.

Ryan Holiday è un “bugiardo” e, usando Internet con un po’ di creatività, spesso è stato citato in giudizio sia da piccoli che da grandi blog, proprio per aver smascherato le notizie.

Attualmente è capo del marketing di American Apparel,  stratega online per Tucker Max, e sedicente “manipolatore dei media”.
A Forbes ha dichiarato: “Mentire ai giornalisti non è una novità. La gente ha truffato i giornali con pubblicità gratuita a lungo. Io voglio solo spiegare come funzionano realmente i media, a voi la scelta di cosa fare di queste informazioni.”